domenica 15 luglio 2018

Il telefono senza fili

Cari lettori, la recensione di oggi è dedicata a "Il telefono senza fili" di Marco Malvaldi, edito da Sellerio editore Palermo.

Se ieri vi ho parlato del quarto libro della serie del BarLume, il romanzo di oggi è invece il quinto della serie stessa.

Ecco perciò di nuovo Ampelio, Aldo, il Del Tacca e il Rimediotti, alle prese con un nuovo mistero, anche se con delle novità: al posto del commisario Fusco ora c'è Alice Martelli, con la quale i quattro vecchietti si sentono in sintonia. Inoltre, Aldo ha aperto un nuovo ristorante vicino al bar di Massimo, con il quale è diventato socio, ed entrambi condividono la banconista Tiziana, fresca di separazione.

Comunque, il mistero su cui gravita l'episodio, è incentrato su una donna, proprietaria assieme al marito di un bed & breakfast, che un giorno scompare misteriosamente. Tutto lascia pensare che il colpevole sia il marito... 

Inoltre, a un certo punto, il mistero s'infittirà quando un sensitivo, del quale la donna era cliente, verrà trovato morto, in quello che sembrerebbe essere un suicidio... Ma i colpi di scena sono sempre in agguato, ed ecco che un giorno la donna scomparsa clamorosamente... ricompare! Questo, però, sarà solo l'inizio di un caso che non sarà così semplice risolvere, nè per i vecchietti, nè per Massimo, nè per Alice Martelli.

Un breve romanzo che, sullo stile degli episodi precedenti, mixa il giallo con lo humor, piacevole da leggere e capace di incuriosire il lettore, tra un colpo di scena e una rivelazione. Una storia che consiglio agli amanti dell'autore e agli affezionati della serie.

10 commenti:

  1. Vedo che è proprio il periodo di Malvaldi per te! A volte anche io recupero diversi libri dello stesso scrittore uno dopo l'altro, come mi succede con la serie di Agatha Raisin o i libri di Vitali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, di solito leggo sempre un paio dei suoi libri di seguito, anche perchè sono brevi! :-)

      Elimina
  2. Io non ho mai letto nulla della sellerio, non ho nessun loro libro, eppure ho notato che in tanti li adorano.
    Se non erro, trattano gialli, giusto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà leggo solo quest'autore della Sellerio, avevo provato l'anno scorso con Camilleri, ma non mi aveva particolarmente entusiasmato...
      Comunque sì, credo che la maggior parte siano gialli, ma per avere la certezza ti consiglio di dare un'occhiata in rete ;-)

      Elimina
  3. Anch'io come Claudio non ho pubblicazioni sellerio, ed è un peccato perché tra l'altro i gialli mu piacciono. Urge recupero (lo dico ogni volta: devo solo decidermi :-D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'autore a mio parere è molto bravo, ma magari ci sono altri autori da scoprire di questa c.e...

      Elimina
  4. Nemmeno io ho mai letto nulla della Sellerio, eppure ho letto tante recensioni positive. E a questo punto penso dovrei farmi un'idea anchio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco le altre pubblicazioni, ma la serie del BarLume è davvero piacevole da leggere! :-)

      Elimina
  5. Sembra carino, poi la cover è adorabile!

    RispondiElimina