martedì 16 gennaio 2018

In lettura... #3

Cari lettori, eccoci arrivati alla rubrica settimanale in cui vi racconto quello che sto leggendo:

Ho iniziato da pochissimo questo romanzo, che stava sulla mia wish list da quest'estate. Dal vivo la cover è ancora più bella, ma anche la storia sembra carina. Anzi, quello che si preannunciava essere un semplice romanzo rosa, pare nascondere qualche risvolto mistery, che non posso non apprezzare! Il giudizio dopo i primi due (brevissimi) capitoli è più che positivo, anche se al momento ho conosciuto solo i personaggi principali e il mistero che lega uno di loro...






 

Nel frattempo sto continuando la lettura di quest'altra storia, che procede lentamente non perchè non sia bella ma perchè ho comprato il libro e non l'ho preso in prestito dalla biblioteca come faccio di solito. La trama continua a piacermi, anche se in verità ho preferito i primi capitoli (quelli in cui la protagonista sta cercando di avviare la sua nuova attività) dato che quelli che sto leggendo ora sono un tantino sdolcinati. Nel complesso, però, rimane ancora una storia molto piacevole da leggere!








E anche per questa settimana è tutto! E voi, cosa state leggendo in questo periodo? Giallo, rosa, fantasy...?

lunedì 15 gennaio 2018

Fiabe & Curiosità: la Bella e la Bestia

Cari lettori, con oggi inauguro la nuova rubrica mensile del 2018, che ci terrà compagnia per i prossimi dodici mesi. Quest'anno ho deciso di raccontarvi, mese per mese, qualche curiosità su come sono nate le fiabe più famose che conosciamo, soffermandomi sulla loro nascita, le varie versioni e tutto ciò che potrebbe stuzzicare la vostra curiosità. Per questo mese ho deciso di parlarvi di una delle mie fiabe preferite, "La Bella e la Bestia".


Forse non tutti sanno che la storia affonda le sue radici su una vicenda realmente accaduta nel XVI secolo. La Bestia sarebbe Pedro Gonzales, un uomo affetto da ipertricosi che fu catturato a Tenerife durante la conquista spagnola dell'isola. L'uomo fu poi donato come regalo di nozze ai francesi Enrico II e Caterina de' Medici. I sovrani decisero di educare l'uomo e di offrirgli un ricco bagaglio culturale; a un certo punto Caterina pensò che sarebbe stato opportuno trovargli una moglie e lo fece sposare a una donna, Catherine Raffellin, con la speranza che anche i figli nascessero pelosi come lui. Possedere persone così particolari, infatti, era considerato un tocco di prestigio per la corte, dato che conferiva quel pizzico di esotismo che andava di moda. 

Pedro e la moglie ebbero molti figli, sei per la precisione, alcuni (quattro, probabilmente) con lo stesso problema del padre. In seguito, con la caduta della dinastia dei Valois, Pedro venne venduto ai Farnese del ducato di Parma, che offrirono a lui e alla sua famiglia una residenza nei pressi del lago di Bolsena, dove continuarono a vivere tranquillamente in cambio di qualche pubblica esibizione. Il suo fu un matrimonio felice e anche la moglie, inizialmente spaventata dalle sue fattezze, alla fine capì che era un uomo buono e molto intelligente. La loro unione durò più di quarant'anni e terminò con la morte di Pedro, avvenuta quando aveva 86 anni. Oggi, Pedro è considerato il più antico caso di ipertricosi.


Fu da questa vicenda che si sviluppò la celebre fiaba, la cui attestazione più antica risale al 1550, ad opera dello scrittore Straparola, che inserì lo scritto nella sua antologia "Le piacevoli notti".  Ma la storia che tutti conosciamo fu narrata per la prima volta da due scrittrici francesi, Madame Gabrielle-Suzanne Barbot de Villeneuve nel 1740 e da Jeanne-Marie Leprince de Beaumont nel 1756, che riprese la storia di Madame Gabrielle riducendone alcune parti. Quest'ultima versione è quella più conosciuta, ed è stata anche utilizzata nelle versioni cinematografiche e, in parte, nello sviluppo della trama del cartone della Disney.

E questo è tutto. Cosa pensate della nuova rubrica? La trovate interessante? In attesa di conoscere qualche vostro parere vi dò appuntamento al prossimo mese con un'altra fiaba!

Fonti:






sabato 13 gennaio 2018

La ghostwriter di Babbo Natale

Cari lettori, ho terminato l'anno dicendovi che non avrei più comprato ebook, dato che ho solo kindle per pc, invece, contrariamente alle previsioni, pochi giorni fa ho letto un breve romanzo in formato digitale, ma solo perchè è stato scritto da una delle mie scrittrici preferite, Alice Basso.

Anche se le feste natalizie sono ormai terminate, è stato divertente e piacevole leggere questa breve storia, in attesa del nuovo romanzo di Alice in uscita nel mese di aprile.

Protagonista della storia è sempre Vani (una giovane Vani, per la precisione), la ghostwriter che abbiamo imparato a conoscere nei tre romanzi precedenti. Questa volta la troviamo alle prese con l'influenza, una brutta seccatura, che potrebbe però salvarla dal dover trascorrere le feste di Natale con la sua famiglia. La madre comunque non si arrende, e organizza la cena della Vigilia proprio a casa sua. 

Ma un curioso imprevisto aggiungerà un po' di pepe a una serata che si annuncia catastrofica: la famiglia del piano di sopra (composta da una giovane Morgana e da sua madre), anch'essa alle prese con una festa/cenone, viene turbata dalla sparizione di un regalo di Natale, un prezioso trenino destinato uno dei bimbi invitati. Con la solita intelligenza, ironia e arguzia che sono solita contraddistinguerla, Vani prenderà in mano la situazione, cercando di risolvere il "caso", diventando niente popò di meno che... la ghostwriter di Babbo Natale! Perchè solo grazie alle parole di quest'uomo così speciale i bambini presenti potrebbero confessare la verità...

Il racconto è davvero molto carino e si legge tutto d'un fiato, non solo per la brevità, ma soprattutto per il fatto di essere coinvolgente, sia per la storia sia per lo stile, sempre preciso, scorrevole e con quella sottile ironia che contraddistingue i romanzi di Alice Basso. Un racconto piacevole per passare un momento lieto che consiglio a tutti gli appassionati della serie, ma anche a chi abbia voglia di leggere una breve storia scritta bene e originale.

giovedì 11 gennaio 2018

La felicità arriva quando scegli di cambiare vita

Cari lettori, tra i nuovi romanzi appena usciti in libreria, questa settimana vi voglio segnalare questa storia, dalla trama davvero carina:

TRAMA (da amazon)

Per il manager Maximilien Vogue la giornata è iniziata con il piede sbagliato. Sta di nuovo litigando con la bella Julie che ora, stanca delle continue discussioni, gli porge un volantino con la presentazione di un corso quanto mai insolito. Un corso tenuto da una donna altrettanto stravagante. Si chiama Romane e di professione combatte l’arroganza sempre più diffusa. È convinta che il mondo sarebbe un posto migliore se tutti praticassimo la gentilezza. Lei sa come insegnarla e offre un biglietto di sola andata per la felicità a chi sceglie di mettersi in gioco. Da buon scettico, Maximilien non crede a una sola parola. Ma poi, un po' per gioco un po' per curiosità, decide di iscriversi al corso. Dapprima i consigli di Romane gli sembrano semplici e banali. Eppure, a poco a poco, si accorge che dentro di lui qualcosa sta cambiando. Scopre che basta un piccolo gesto, ogni giorno, per ritrovare il piacere della condivisione e la bellezza della quotidianità: al mattino dedicare almeno un’ora a prendersi cura di un fiore o di un animale domestico; annotare quanti «grazie» riusciamo a dire prima di andare a letto; imparare a riconoscere e accettare gli errori commessi durante la giornata. E si rende conto che non c’è niente di meglio che trascorrere del tempo con gli amici e riprendere la buona vecchia abitudine di stringere la mano per ritrovare rapporti autentici e duraturi. Perché è solo mostrando il nostro lato più sensibile e attento alle esigenze degli altri che possiamo cambiare la nostra vita e raggiungere la felicità. Quella vera che, una volta trovata, non si può più dimenticare.

mercoledì 10 gennaio 2018

Antonio Aschiarolo e le sue opere

Cari lettori, anche quest'anno torna la mia rubrica dedicata agli autori emergenti. Oggi vi presenterò i romanzi di Antonuo Aschiarolo, dalla trama veramente interessante, vediamoli insieme uno per uno:


Titolo: "Helga"
Genere: Racconto
Casa editrice: Self publishing
Prezzo: 0,99 euro
Formato: epub / mobi
Anno: 2017
Sinossi
In una fredda giornata d'inverno, Helga fu rinvenuta in fasce da due umili contadini che l’allevarono con sani principi. Crebbe spensierata finché, dalla madre naturale, una regina potentissima, le fu data la possibilità di diventare principessa e di governare un intero regno.
Ma la ricchezza non sempre rende felici…
Lingua: italiano




Titolo: "La stella e i sogni di Pan"
Genere: Racconto
Casa editrice: Self publishing
Prezzo: 0,99 euro
Formato: epub / mobi
Anno: 2014
Sinossi
L’atmosfera idilliaca della favola investe di emozioni l’animo del lettore attraverso il messaggio che vuole trasmettere.
Nel corso delle sue avventure, Pan, grazie all'aiuto di una stella che asseconda i suoi desideri, vive romanticamente delle metamorfosi. Tuttavia, ogni volta resta insoddisfatto rendendosi conto che la vera bellezza regna in ciascuno di noi.
Isbn: 9788868856144
Lingua: italiano


Titolo: "Il novello principe"
Genere: Racconto
Casa editrice: Self publishing
Prezzo: 1,02 euro
Formato: mobi
Anno: 2014
Sinossi
In uno scenario fiabesco, un nano, che rallegra la vita di corte con le sue facezie e i suoi giochi di prestigio, pur di conquistare l'amore di una meravigliosa principessa, si affida ai malefici di una strega diabolica. Diventerà anch'egli bellissimo, ma l'amore vero, quello del cuore, "non si può acquistare o barattare". Neanche con i sotterfugi.
Lingua: italiano




Titolo: "L'angelo e il mugnaio"
Genere: Racconto
Casa editrice: Self publishing
Prezzo: 0,99 euro
Formato:epub / mobi
Anno: 2014
Sinossi
"La vita è un dono prezioso, e il tempo per goderla è troppo breve. Quindi sorridi sempre, e ricorda: la ragione trova spesso una possibilità, il cuore ti dà sempre una certezza" (Cit.)
La favola tratteggia il grande spirito umanitario di un mugnaio che trascorre i suoi giorni elargendo insegnamenti e valori ai propri figli.
Da un angelo che gli appare in sogno, avrà ben due volte la possibilità di diventare ricco; ma, in entrambi i casi, rinuncia al proprio tesoro per far del bene a chi ne ha più bisogno.
Alla fine dei suoi giorni, dopo una vita di sofferenze e di sacrifici, troverà l'adeguata e inaspettata ricompensa. 
Isbn: 9786050314212
Lingua: italiano


Titolo: "La rinascita di Hans"
Genere: Romanzo breve
Casa editrice: Self publishing
Prezzo: 1,99 euro
Formato:epub / mobi
Anno: 2013
Sinossi
All'interno di questo romanzo breve, si delinea il percorso interiore del poeta Hans tra vicissitudini umane e parabole romantiche. La vita assume contorni magici, l’amore per la solitudine porta all’ascesa artistica e le venature dell’animo si colorano di pura magia. Come potrà il protagonista uscire dal tunnel oscuro dei suoi giorni e riappropriarsi della sua vita? In che modo la vena artistica gli sarà d'aiuto?
"A chi crede nei sogni, basta un gradino per raggiungere le stelle" (Cit.)
Isbn: 9788868853181
Lingua: italiano

Gli ebook sono acquistabili nei principali store online e su Google Play

La Feltrinelli: http://goo.gl/wZaDW1


StreetLib Stores: https://goo.gl/pRrYN4

Ecc. 

martedì 9 gennaio 2018

In lettura... #2

Cari lettori, ben ritrovati con la mia nuova rubrica del 2018, in cui vi racconto che cosa sto leggendo! A differenza della settimana scorsa, le mie letture sono scese da tre a due:

Dopo aver terminato il romanzo della Higgins, il terzo libro sul tenero Alfie è diventata la mia lettura "principale". Ho da poco oltrepassato la metà del romanzo e sono sempre più curiosa di proseguire con la lettura, che mi piace sia per la storia (velata da quel pizzico di mistero che non guasta mai) sia per lo stile scorrevolissimo. Nota di pregio anche per la grafica "felina" tra un capitolo e l'altro. Sulla storia di Alfie non aggiungo molto, solo che l'autrice si è divertita a metterlo a dura prova, anche se poi certe difficoltà si riveleranno piacevoli sorprese...







In contemporanea sto leggendo questo romanzo, che ha il sapore di una fiaba, anche perchè è ambientato prevalentemente in un castello! Come già dettovi nel post precedente, questa copia è mia e perciò ho tutta l'intenzione di gustarmela con calma, come i deliziosi dolcetti che è solita preparare la protagonista, ora alle prese con l'apertura della sala da thè di cui è riuscita a ottenerne la gestione.










E questo è tutto: le letture in corso sono davvero molto belle e sono curiosa di proseguire con la lettura! E voi, cosa state leggendo?

lunedì 8 gennaio 2018

La verità su di noi

Cari lettori, buon inizio di settimana! Oggi per voi la mia prima recensione del 2018, dedicata al romanzo "La verità su di noi" di Kristan Higgins, edito da Harper Collins.

E' una storia incentrata sui rapporti familiari e le relazioni sentimentali, argomenti che si sviluppano nel racconto delle vite di due sorelle sulla quarantina, Jenny e Rachel. 

Jenny è separata da qualche anno da Owen, che non ha aspettato troppo a ricostruirsi una nuova vita con una donna apparentemente perfetta e che gli ha fatto il dono più grande: diventare padre. Il lettore si aspetterebbe che Jenny odi profondamente il suo ex, così come la nuova moglie, ma le cose non stanno affatto in questo modo: Jenny, infatti, continua a mantenere ottimi rapporti con entrambi, come se fossero migliori amici. A un certo punto, però, la donna capisce che ha bisogno di dare un taglio a questo strano rapporto, così lascia New York e ritorna nel suo paese natale, dove apre un negozio in cui confeziona bellissimi abiti da sposa. Qui conosce Leo, il custode dello stabile in cui ha preso in affitto un appartamento, un uomo bellissimo e dall'animo gentile, dato che si offre di dare lezioni di pianoforte gratuite a un ragazzino di povera famiglia che sembra mostrare un talento inaspettato. Leo, però, mette subito le cose in chiaro: tra di loro può esserci solo una relazione passeggera, non vuole assolutamente impegnarsi in modo serio con nessuna donna. Perchè? Cosa nasconde il suo passato?

Seconda voce narrante della storia è Rachel, la sorella di Jenny. A differenza di quest'ultima, Rachel sembra condurre una vita perfetta: ha finalmente coronato il suo sogno di diventare mamma, anche se le tre gemelle assorbono tutte le sue energie; vive in una casa bellissima e suo marito Adam, oltre a permetterle di condurre una vita agiata, è anche l'uomo che tutte le donne vorrebbero avere. La sua vita da sogno, però, si dissolve quando la donna scopre il tradimento del marito con una collega dello studio in cui egli lavora. Messo alle strette, l'uomo confessa tutto, ma è determinato a riconquistarsi la moglie, che ricatta dicendole che, in caso di divorzio, non potrebbe più permettersi di condurre un tenore di vita così alto. Rachel così decide di dargli un'altra possibilità, ma da quel giorno nulla sarà come più prima, perchè basta un semplice squillo del suo cellulare per mettere in allarme la donna. I suoi problemi coniugali, inoltre, metteranno a rischio anche il rapporto con Jenny, fino ad allora molto stretto: la sorella, infatti, non accetta il perdono di Rachel verso suo marito, non solo perchè odia i tradimenti, ma anche per il fatto che la vicenda le ha fatto ricordare la tremenda scoperta che fece su suo padre tanti anni prima, una scoperta che non ha mai rivelato a nessuno...

Tra rivelazioni, misteri, scoperte, amori e delusioni si svolge la vita di queste due donne, che ho trovato piacevole da leggere e molto realistica. Come anticipatovi, i temi portanti del romanzo sono quelli basati sulle relazioni (tra sorelle, tra uomo e donna, tra genitori e figlie) e mi è piaciuto il modo in cui l'autrice li ha inseriti nella narrazione. Nonostante il romanzo sia abbastanza lungo, lo stile e le vicende narrate rendono la lettura scorrevole e adatta a trascorrere momenti rilassanti. Non avevo mai letto nulla di quest'autrice ma, dopo  questo romanzo, mi piacerebbe leggere qualche altro suo libro. Ne avete qualcuno da consigliarmi?