domenica 15 aprile 2018

Gli anni della leggerezza (Saga dei Cazalet #1)

Cari lettori, oggi vi voglio recensire il primo volume della serie dei Cazalet, "Gli anni della leggerezza" di Elizabeth Jane Howard, edito da Fazi.

Trattasi del primo volume di una saga familiare, composta da cinque imponenti libri. Capostipiti della famiglia sono il "Generale" e la "Duchessa", due anziani coniugi così chiamati dai figli in senso affettuoso, i quali sono quattro: Hugh, Edward, Rachel e Rupert.

Hugh è sposato con Sybil, che a un certo punto della narrazione darà alla luce il terzo figlio, William; Edward invece non è soddisfatto del suo matrimonio con Viola, dalla quale ha tre figli, e si consola con l'amante Diana; Rachel, unica figlia femmina, non è sposata ma ama la sua migliore amica Sid; Rupert infine è l'unico a non aver intrapreso la carriera lavorativa nell'azienda di famiglia, infatti è un pittore e, dopo la precoce vedovanza, ha sposato Zoe, una giovane ragazza insofferente della sua vita, dominata dalle difficoltà a istaurare un vero e proprio rapporto dai figli che Rupert ha avuto dalla prima moglie.

Il romanzo si svolge in Inghilterra tra il 1937 e il 1938, nella campagna inglese dove sono soliti ritrovarsi i Cazalet durante l'estate. Sono gli anni che precedono la seconda guerra mondiale e, sebbene il loro sembri un mondo idilliaco, le preoccupazioni non tarderanno a farsi sentire, anche perchè la famiglia è reduce dalla prima guerra mondiale, durante la quale il figlio maggiore Hugh ha perso una mano.

Tra l'evolversi delle loro giornate e gli eventi storici che si intrecciano con esse, ampio spazio è riservato anche alla descrizione della personalità dei figli, tra i quali spiccano Polly (figlia di Hugh); Louise (figlia di Edward) e Clary (figlia di Rupert). Tra i ragazzi impariamo a conoscere anche Simon (figlio di Hugh), ma le personalità delle figlie femmine sono più delineate e trovano maggior spazio all'interno della narrazione.

Era da molto tempo che desideravo iniziare questa saga: come ho scritto in alcuni post precedenti all'inizio mi aveva un po' spiazzata e delusa, perchè mi sembrava solo una semplice elencazione della cronaca delle loro giornate. Poi, invece, la narrazione ha preso più ritmo; ho imparato a conoscere tutti i personaggi apprezzando molto il modo in cui l'autrice li ha delineati, così, quando ho chiuso il romanzo, sono rimasta con la curiosità di sapere quello che succederà dopo, dato che la storia è rimasta in sospeso. Leggendo qualche recensione, ho saputo che il primo volume ha più una funzione introduttiva e che i prossimi libri saranno più dinamici, e ciò ha contribuito ad aumentare la mia voglia di sapere come proseguirà la vita di questa famiglia, che il lettore ha modo di conoscere in tutti gli aspetti della vita. Consigliato a chiunque ami le storie familiari.

P.S. Con questo romanzo completo il quarto dei dodici obiettivi della reading challenge a cui partecipo (del blog "Voglio essere sommersa dai libri"): UN LIBRO DI UN AUTORE CHE NON CONOSCI

2 commenti:

  1. Ciao Ariel, proprio come te da tanto miro a iniziare la serie ma ancora non l'ho fatto, continuo a rimandare e spero prima o poi arriverà anche il suo momento XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess, di certo è una serie impegnativa, data la mole dei volumi, ma al momenti mi sento di dirti che ne vale la pena :-)

      Elimina