mercoledì 23 novembre 2016

Il domatore di leoni

Cari lettori, oggi dedicherò il mio post alla recensione dell'ultimo romanzo di Camilla Lackberg, "Il domatore di leoni", edito da Marsilio, nono libro della serie con protagonisti il poliziotto Patrick Hedstrom e la scrittrice Erica Falk.

Come già ribadito più volte, questa serie mi piace molto e anche la lettura di questo episodio si è rivelata molto piacevole e intrigante. In questo ultimo scritto Patrick e i suoi colleghi dovranno indagare sulla scomparsa di alcune ragazze, che abitavano in diversi distretti della Svezia. Il caso subirà una svolta repentina quando una di esse verrà trovata vagare sperduta per una delle strade di Fjallbacka, e subito dopo investita da un ignaro automobilista. Purtroppo la ragazza morirà in ospedale ma la polizia prenderà coscienza delle terribili torture a cui è stata sottoposta e capirà che sarà ancora più importante catturare questo omicida seriale prima che riesca a rapire altre ignare ragazze e a far fare loro la stessa fine.

Nel frattempo Erica, la moglie di Patrick, sta raccogliendo informazioni per il suo prossimo libro, dedicato a un tremendo omicidio avvenuto tempo prima in quella che poi era  stata ribattezzata "la casa degli orrori": pare infatti che lì dentro una donna abbia ucciso il marito (ex domatore di leoni) e incatenato per giorni e giorni la loro figlioletta in cantina, a differenza dell'altro figlioletto. La donna, in carcere, accetta di incontrare Erica, ma per la scrittrice sarà difficile riuscire a ricavare qualche informazione. Il caso si farà più interessante quando la moglie di Patrick verrà a sapere che la donna conserva tutti i ritagli di giornale relativi alle ragazze scomparse: quale nesso collega i due eventi? E dove sono ora i due figli della donna assassina?

E, mentre si svolgono le indagini, Paula, la collega di Patrick in congedo parentale dopo la nascita della figlia, messa al corrente dei fatti, riesce a trovare un altro collegamento, che si rifà a un evento accaduto anni addietro, ma del quale ancora una volta sarà difficile trovare un collegamento.

Nel corso della storia si snodano poi gli eventi privati dei vari personaggi, come quelli legati alla sorella di Eric,a in crisi con il compagno Dan, o quelli tragici che coinvolgono il poliziotto Martin.

La storia è sempre scritta in modo scorrevole e accattivante, fino alla fine è difficile comprendere quale sia la reale natura degli eventi, e questo spinge il lettore a leggere velocemente, per svelare tutti i misteri e trovarsi di fronte alla verità, con colpo di scena finale annesso. Se seguite e avete amato questa serie non potete non leggere questo nuovo capitolo della serie!

4 commenti:

  1. Ciaoo! Finalmente la recensione de "Il domatore di leoni"!
    Dal punto di vista del giallo, che dire? Ho già letto tutte le puntate precedenti, quindi mi fido del genio della Lackberg!
    Dal punto di vista personale, sono sicura che mi spiacerà un sacco sia per Anna (che non trova proprio pace) che per il povero Martin...
    Comunque, di sicuro lo leggerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, dei due personaggi che hai nominato non andrà così male, ma non ti scrivo altro per non rovinarti la sorpresa!

      Elimina
  2. dico sempre di riprendere in mano quest'autrice, perchè quell'unico romanzo che ho letto mi era piaciuto!
    magari potrei riprendere da questo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela, ti consiglio di andare in ordine perchè se no puoi fare confusione con le vicende dei protagonisti e dei personaggi che gravitano loro attorno, perciò ti converrebbe leggere "l predicatore" :-)

      Elimina