venerdì 1 aprile 2016

Il pesce d'aprile

Ciao a tutti, oggi è il 1° di aprile, giornata di burle e di scherzi, il cui protagonista è il celeberrimo "pesce d'aprile": ma da dove deriva questa tradizione?

Il tutto è da ricondurre al cambiamento del calendario: una volta, infatti, il capodanno veniva festeggiato tra il 25 marzo e il 1° di aprile, in coincidenza con l'inizio della primavera. Ma con l'avvento del calendario gregoriano (1532) la prima giornata dell'anno venne fissata al 1° di gennaio. 

Secondo delle leggende, molte persone (soprattutto in Francia all'epoca di Carlo IX e in Germania) non accettarono questo cambiamento e continuarono così a festeggiare il 1° di aprile come l'inizio del nuovo anno. Essi diventarono così prede di scherzi da parte di coloro che si erano invece adeguati al nuovo capodanno, i quali decisero di prenderli in giro regalando loro dei regali vuoti o senza senso, per testimoniare la "non festa". 

Da queste nazioni la tradizione si spostò in altri stati europei, tra cui l'Italia, nella quale l'usanza si diffuse inizialmente a Genova verso la fine dell'Ottocento. 

Interessante questa leggenda, non trovate? Ma perchè si fa riferimento proprio a un "pesce"?

Ecco quello che ho trovato girovagando in internet (dal sito fanpage.it):

La leggenda del ‘Pesce d’Aprile potrebbe  essere fatta risalire ad uno scherzo tra i due amanti Cleopatra e Marco Antonio.
Secondo la leggenda, il triumviro romano durante una gara di pesca avrebbe cercato di imbrogliare, per non fare una brutta figura, facendo attaccare all’amo della sua canna un grosso pesce, di nascosto da uno schiavo: ma la regina egizia, scoperto l’amante, l’avrebbe beffato sostituendolo con un finto pesce fatto di pelle di coccodrillo.

Altre leggende fanno invece riferimento a delle pesche andate male e alla conseguente derisione del popolo verso i pescatori che tornavano a mani vuote. Insomma, sono molte le storie che si legano a questa data, amata soprattutto dai bambini, ma anche dai burloni.

E ora, per dare un tocco letterario al mio post, ecco a voi una simpatica filastrocca di Jolanda Restano dedicata a questa giornata, tratta da www.filastrocche.it:


Che giorno è oggi? E il primo di aprile
mese di sole e di vento gentile.
E in questo giorno, davvero speciale
che non è Pasqua e neppure Natale,
si posson fare dei begli scherzetti
per stuzzicare i nostri amichetti.
Disegno e ritaglio un bel pesciolino,
lo attacco alla schiena di qualche bambino
e poi ridacchio e segno col dito
mentre qualcuno mi guarda stupito!
È divertente, è un gran bel giocare
solo una cosa ho da ricordare!
Esiste una regola a questo bel gioco:
lo scherzo è bello se dura poco!

12 commenti:

  1. Che forte! Non sapevo da dove derivasse! Grazie mille è stata una curiosità interessante! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sophia, grazie, mi fa piacere che tu lo abbia apprezzato :-)

      Elimina
  2. Che storia carina! Bellissimo post! Grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alysia, grazie anche a te per aver letto il mio post :-)

      Elimina
  3. Che belli questi post! Non conoscevo la storia del 1° di aprile quindi grazie, è molto interessante. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, mi fa piacere che ti sia piaciuto, in effetti anch'io sto imparando molte curiosità da quando ho deciso di aprire il mio blog ;-)

      Elimina
  4. Molto interessante questo post

    RispondiElimina
  5. ariel, davvero interessante!! i post che richiedono ricerche mi piacciono sempre moltissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela, mi fa piacere sapere che ti è piaciuto il mio post :-)

      Elimina
  6. è sempre curioso e divertente leggere questi tuoi post (che spesso non conosciamo tutti!) anche questa storiella m 'è piaciuta molto
    buona domenica ariel
    daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, sono contenta che ti piacciono i mie post sulle curiosità :-)
      Grazie e buona domenica anche a te!

      Elimina