sabato 23 aprile 2016

Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore

Ciao a tutti, come immagino già sappiate oggi è la giornata dedicata ai nostri amici libri! 
Questo giorno fu scelto proprio perchè data di morte di tre autori famosissimi: William Shakespeare, Miguel de Cervantes e Inca Garcilaso de la Vega. 

Inoltre in questa data ricorre anche la nascita dello stesso Shakespeare, di Maurice Druon, di Vladimir Nabokov, del colombiano Vallejo e del premio nobel islandese Laxness. 

Inizialmente questa ricorrenza si celebrava in Spagna il 7 ottobre data di nascita di Cervantes) per ordine di un decreto regio emanato dal re Alfonso XIII, ma dal 1931 fu portata al 23 aprile, per i motivi sopra citati.

Dato che la parola-chiave di oggi è "libri", ecco a voi una piccola rassegna di testi che parlano proprio di loro:


TRAMA (da amazon)

Si può curare il cuore spezzato con Emily Brontë e il mal d'amore con Fenoglio, l'arroganza con Jane Austen e il mal di testa con Hemingway, l'impotenza con "Il bell'Antonio" di Vitaliano Brancati, i reumatismi con il "Marcovaldo" di Italo Calvino, o invece ci si può concedere un massaggio con Murakami e scoprire il romanzo perfetto per alleviare la solitudine o un forte tonico letterario per rinvigorire lo spirito. Questo suggeriscono le ricette di un libro di medicina molto speciale, un vero e proprio breviario di terapie romanzesche, antibiotici narrativi, medicamenti di carta e inchiostro, ideato e scritto da due argute e coltissime autrici inglesi e adattato per l'Italia da Fabio Stassi, autore de "L'ultimo ballo di Charlot". Se letto nel momento giusto un romanzo può davvero cambiarci la vita, e questo prontuario è una celebrazione del potere curativo della letteratura di ogni tempo e paese, dai classici ai contemporanei, dai romanzi famosissimi ai libri più rari e di culto, di ogni genere e ambizione. Queste ricette per l'anima e il corpo, scritte con passione propongono un libro e un autore a rimedio di ogni nostro malanno, che si tratti di raffreddore o influenza, di un dito del piede annerito da un calcio maldestro o di un severo caso di malinconia. Le prescrizioni raccontano le vicende e i personaggi di innumerevoli opere, svelano aneddoti, tratteggiano biografie di scrittori illustri e misconosciuti in un invito ad amare la letteratura.

 
TRAMA (da amazon)

Ripercorrendo secoli di scrittura e di storia, i libri selezionati rappresentano una biblioteca di base imprescindibile, una rassegna dei romanzi e degli scrittori che hanno lasciato il segno nella storia della letteratura. Un elenco di opere in cui trovano posto i capolavori e i bestseller, i romanzi popolari e la narrativa pulp, ovvero tutto ciò che definisce l'universo dell'invenzione letteraria in prosa. Da sempre l'umanità avverte il bisogno di raccontare, intrecciando gli avvenimenti reali con la fantasia, le speranze e le paure che ne accompagnano il cammino. L'apparizione del romanzo così come lo conosciamo oggi ha contribuito a varcare i limiti dei generi letterari classici, imponendo un nuovo linguaggio e indirizzandosi a un nuovo pubblico di lettori. Aggiornato e impreziosito da una ricca galleria fotografica, 1001 libri da leggere prima di morire spazia da Le Mille e una Notte a Invisibile, da Achebe a Zweig, dal fondo della cella del Marchese de Sade ai recessi della mente di William Burroughs, dai turbamenti di Madame Bovary al medioevo de Il nome della rosa. Uno strumento di consultazione unico nel suo genere e una lettura appassionante.


TRAMA (da amazon)

La letteratura è una lanterna magica, un caleidoscopio di segni e di sogni: i più si dissolvono immediatamente; altri vivono una breve esistenza fatalmente destinata all'oblio; altri ancora, pochissimi, vivono per sempre. Questo libro ne è un'appassionata testimonianza. Oltre cento autori - scrittori, giornalisti, gente di spettacolo - raccontano in queste pagine l'incontro con un libro che in un certo momento della loro vita ha segnato un punto di non ritorno. Tutti, come dice il curatore Romano Montroni, un uomo che dei libri ha fatto una delle ragioni di vita, si sono messi in gioco, "con generosità hanno accettato di condividere emozioni, sensazioni e pensieri nati dalla lettura". Ci sono quasi tutti, i giganti: Omero, Dante, Cervantes, Manzoni, Dostoevskij, Tolstoj, Proust, Kafka. Ma ci sono altri nomi spesso sorprendenti, solo in apparenza figli di un dio minore, che hanno scandito in modo indelebile i giorni e le ore di molti lettori. E se poi, come in questo caso, parlare di un libro significa anche contribuire alla ricostruzione di un santuario della lettura profanato dagli elementi come la Biblioteca Comunale di Aulla, allora forse è vero che i libri possono cambiare non solo la vita ma anche un po' il mondo.

8 commenti:

  1. Ciao Ariel, che curiosissima coincidenza: tu hai scelto la parola chiave "libri"... io invece ho scelto "libreria" per il mio post sulla Giornata del Libro. Belli e interessanti i testi che hai proposto tu, soprattutto l'ultimo, anche per lo scopo benefico al quale contribuisce.

    RispondiElimina
  2. Ma che bello quel Curarsi con i libri!! Sono pienamente d'accordo già solo col suo titolo;) Trovo invece molto interessante I libri ti cambiano la vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono dei testi molto originali, anche a me incuriosiscono molto!

      Elimina
  3. Una bella rassegna di libri sui libri. Io che soffro di cefalea dovrei seguire il consiglio e leggere Hemingway!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ne servirebbe uno per l'allergia...

      Elimina
  4. Ciao! Oddio io adoro Curarsi con i libri! Praticamente ogni mese vado con una mia amica alla Feltrinelli e ci mettiamo a spulciarlo come se fossimo delle ipocondriache disperate! Un giorno lo comprerò, ma fino a quel momento la mia tirchiaggine regna sovrana D:
    -G

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che io invece l'ho scoperto da poco? Però se lo dovessi trovare in libreria un'occhiata gliela darei di certo, mi sembra molto originale!

      Elimina