sabato 16 giugno 2018

Tre e sei morto

Cari lettori, il post di oggi è dedicato alla recensione del romanzo "Tre e sei morto" di Janet Evanovich, edito da Salani. Il libro fa parte della serie dedicata alle tragicomiche avventure di Stephanie Plam, cacciatrice di taglie per conto dell'antipatico cugino Vinnie.

In questo nuovo capitolo della serie ritroviamo la nostra simpatica e ironica protagonista, questa volta alla prese con la ricerca di Mo Bedemier, un gelataio/pasticciere conosciuto da tutti gli abitanti del quartiere. Nessuno riesce a spiegarsi la sua latitanza, anche perchè trattasi di una persona di tutto rispetto, di quelle che "non farebbe mai del male neppure a una mosca". Stephanie sentirà ripetersi un'infinità di volte questa frase, tanto da venir  considerata dalla maggior parte della gente come la "cattiva" della situazione.

Ma la figura di Mo, all'apparenza connotata da un'aura d'integrità che non sembra scalfibile da niente e da nessuno, nasconde in realtà molte zone d'ombra: a partire dalla sua latitanza, cominceranno a morire i principali spacciatori della zona, per non parlare poi dei ben quatto cadaveri che verranno ritrovati nascosti nel suo negozio!

Ancora una volta, quindi, Stephanie, armata di una buona dose di coraggio e di un pizzico d'incoscienza, si ritroverà coinvolta in una situazione davvero molto pericolosa, e che più volte le farà rischiare la vita. Al suo fianco non mancherà Lula, archivista ed ex prostituta, e Joe Morelli, l'affascinante poliziotto per il quale la nostra protagonista prova sentimenti contrastanti. 

Come i due episodi precedenti, la storia è molto ironica, divertente e il finale non del tutto banale: il ritmo è molto veloce, soprattutto per i numerosi dialoghi, e le avventure dei personaggi sono descritti in modo brioso e comico, al limite dell'inverosimile. Una storia adatta per trascorrere qualche momento di relax senza rinunciare a qualche sana risata.

4 commenti:

  1. Ciao Ariel, un po' di anni fa avevo letto il primo volume di questa saga e mi era piaciuto molto sia per come era scritto che per la protagonista. Sarei curiosa di leggere anche questo terzo capitolo pe la trama:)

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo questa serie, dev'essere una lettura spensierata e non impegnativa.., da ombrellone ecco ;-)

    RispondiElimina