martedì 27 dicembre 2016

Recensioni natalizie: Come fu che Babbo Natale sposò la befana & A Natale non puoi fingere

Cari lettori, dopo due giorni di feste, eccomi qua con una doppia recensione, la prima di un romanzo e la seconda di un ebook, che hanno come filo conduttore il Natale, tanto per rimanere in tema con queste giornate ;-)

Il primo è scritto da Andrea Vitali ed edito da Mondadori. E' il suo primo romanzo che leggo, nonostante la vasta produzione letteraria dell'autore, ed è una storia per bambini, ma che può piacere anche agli adulti, dati i vari messaggi e spunti di riflessione nascosti nella narrazione. Protagonisti sono tre bimbi: Tom, Carmine e Rebecca. Il primo sostiene che Babbo Natale esiste, a differenza di quello che dice Rebecca, una ragazzina la cui madre "spigolosa" le ha spiegato come quella del Babbo dispensatore di doni sia tutta una frottola. Tom però ha le prove di quello che dice e, assieme a Carmine, invita la bambina dopo la scuola a venire con loro nel parco, dove in quei giorni si aggira un tizio che, a detta dei bambini, è proprio Babbo Natale in carne, ossa e barba. Questo provocherà in Rebecca un misto di curiosità e paura, la maestra si accorgerà del suo turbamento e, una volta saputi i fatti, convocherà tutti i genitori nell'ufficio del preside (un buffo personaggio sognatore che potrebbe essere una sorta di alter ego dell'autore); genitori che, una volta convocati, non sanno bene come gestire le idee e le convinzioni dei tre bambini.
E poi: chi sarà il misterioso Babbo Natale che si aggira nel parco? 
Quando gli eventi precipiteranno a causa di Rebecca e di sua madre, sarà proprio la bambina, piena di sensi di colpa, a cercare di risolvere la situazione e chi, se non la Befana, pare essere più adatta a salvare la tragica situazione? Una storia breve molto leggera, simpatica, originale, scorrevole e con un finale che ho molto apprezzato. Consigliato a tutti, bambini e non!


L'altro, invece, è l'ebook di una scrittrice emergente, Flora Gallert, della quale in passato ho già letto qualche sua opera, trovandola molto carina e piena di buoni sentimenti. Il romanzo è una storia d'amore e s'intitola "A Natale non puoi fingere" e racconta la vicenda di Karol, donna in carriera, dall'animo apparentemente freddo; e di Austin, figlio del suo capo, considerato sciupafemmine e superficiale. Entrambi però nascondono drammi nel loro passato, che cercano di nascondere in tutti i modi sotto una finta spavalderia. Per volere del padre i due, che apparetemente si detestano, saranno costretti a passare il periodo natalizio nella sua casa in Norvegia, un posto freddo, ma magico e denso di quell'atmosfera natalizia che Karol ha da sempre cercato di evitare negli ultimi anni. Lì i due ragazzi faranno fatica a convivere, anche se all'odio subentrerà poi anche un sentimento che sembra essere caratterizzato da una forte attrazione. Ma la storia non procederà su un binario a senso unico, perchè per ritornare ad amare i due saranno costretti ad affrontare e a fare pace con il loro passato, non facile e denso di misteri, soprattutto quello di Austin, che verrà svelato solo alla fine, sorprendendo il lettore. Una storia natalizia molto romantica, scritta bene e scorrevole, che spinge chi legge a proseguire per cercare di capire quali misteri coinvolgano i due protagonisti e se saranno o meno destinati a stare insieme. Azzezzata la scelta del contesto, che dona quel tocco in più a questa favola natalizia.

Queste sono state le mie letture a tema "Natale" di quest'anno: quali sono state le vostre? 
A presto, e buon proseguimento di vacanze!

12 commenti:

  1. Ciao Ariel e buone feste :) Vitali per me è una garanzia, adoro il suo stile e le sue storie anche se questa che ci proponi non l'ho ancora letta, ma mi incuriosisce parecchio!
    La trama del libro della Gallert è molto carina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, grazie e buone feste anche a te! I due romanzi sono molto carini, diversi, ma entrambi legati al Natale :-)

      Elimina
  2. Vitali mi è molto simpatico, ma questo ancora non l'ho letto e sembra perfetto per il periodo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beth, è il primo romanzo che leggo, mi piacerebbe leggerne anche qualcuno per adulti!

      Elimina
  3. ecco, andrea vitali è un autore che devo mettere nella lista "to be read"!!

    buone feste, cara :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io vorrei conoscerlo meglio, questo è il primo romanzo che leggo, ma ce ne sono altri che mi incuriosiscono :-)
      Buone feste!

      Elimina
  4. Eccomi!!! :) stavo aspettando la recensione del libro di Flora Gallert e mi è piaciuta!! Penso che lo leggerò in questi giorni post natale!! :)
    Ciao Ariel!! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, è una lettura piacevole, adatta a questo clima di festa, buona giornata :-)

      Elimina
  5. Ciao, non ho mai letto nulla di Vitali ma questo libro sembra simpatico e perfetto per il periodo natalizio :)

    Buone feste,
    A presto,
    Serena :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena, è il suo primo libri che leggo ma conto di leggerne altri nel 2017, in effetti è proprio adatto a questo periodo, buone feste anche a te :-)

      Elimina
  6. Ciao! Come ben sai mi piace molto Andrea Vitali, quindi sarei curiosa di leggere qualcosa di suo in veste natalizia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, questo è un racconto per bambini, ma adatto anche agli adulti, te lo consiglio!

      Elimina