giovedì 29 dicembre 2016

La testa nel pallone: storie di calcio e d'altri sport

Cari lettori, ecco a voi l'ultima recensione dell'anno, dedicata a una raccolta di racconti edita da Edizioni Della Vigna e realizzata da alcuni scrittori che vivono in provincia di Milano, di alcuni dei quali qualche tempo fa avevo recensito l'antologia "Tra mezzanotte e l'alba".

Se nella precedente raccolta il tema conduttore era il viaggio, questa volta si parla di sport, soprattutto di calcio. Le storie sono molto scorrevoli e piacevoli, adatte anche a chi non un esperto in materia: nei vari racconti che compongono il libro si parla dei mondiali dell'82; di scene di vita quotidiana che vedono protagonisti giovani ragazzini che giocano nel campetto dell'oratorio; di allenatori che s'impegnano a costruire una squadra di ragazzini provenienti da quartieri periferici. Ma nell'opera si dà spazio anche all'ironia, con il racconto che analizza con tono sarcastico il comportamento dei genitori durante le partite dei loro figli; alla riflessione, con storie più riflessive e intimiste; al tema dell'amicizia e del bullismo; e al racconto di fatti realmente accaduti, legando perciò la letteratura con la vita vissuta. 
Molto originale il racconto illustrato nel quale gli autori immaginano i pensieri di Gianni Rivera durante la partita del 1970, quella contro la Germania (il famoso 4-3!). 
Chiude il libro il racconto fantascientifico dall'autore Mondadori Donato Altomare, una storia ambientata tra presente, passato e futuro. 
Nell'antologia sono presenti anche racconti che parlano di altri sport, come il pugilato e il ciclismo.

Come già anticipatovi, i racconti si fanno leggere con piacere e sono molto carini. Vorrei aggiungere come in essi ciò che traspare è una forte passione verso lo sport, ma anche il messaggio di come questo possa legarsi agli eventi tipici della vita quotidiana dell'uomo, regalandogli emozioni, delusioni, ma anche amicizie, riscatto e voglia di mettersi in gioco. Per questo vi consiglio la lettura di questa raccolta, che potrà essere apprezzata da tutti, sia dagli amanti dello sport sia dai più pigri come me! 

Con questa recensione terminano le mie letture del 2016: domani pubblicherò un post riassuntivo con i link di tutte le recensioni di quest'anno, per rendere più agevole la loro lettura... nell'attesa di quelle del 2017 ;-)

5 commenti:

  1. Ciao!! Questi racconti sembrano davvero carini, anche se non sono una patita di sport! Sai che Gianni Rivera è venuto a Cernusco a presentare la sua autobiografia? Mi han detto che è stata una serata bellissima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Immagino che avrà avuto molto da raccontare!

      Elimina
  2. Davvero interessante! Potrebbe essere un'idea per chi ama il calcio 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gresi, in effetti è indicato soprattutto agli amanti dello sport, ma è una piacevole lettura anche per chi non lo è!

      Elimina
    2. Davvero?? Allora non ci penso due volte a inserirlo in wish list 😊

      Elimina