domenica 13 maggio 2018

Festa della mamma: qualche idea regalo a tema libri

Cari lettori, nel porgere i miei auguri a tutte le mamme, ecco qualche spunto per un regalo: 

Se la vostra mamma ama le storie basate sulle dinamiche familiari...

TRAMA (da amazon)


Londra, anni Sessanta. Sono trascorsi vent’anni da quando Julius è venuto a mancare, ma il suo ultimo gesto eroico ha lasciato un segno indelebile nelle vite di chi gli era vicino. Emma, la figlia minore, ventisette anni, lavora nella casa editrice di famiglia e non mostra alcun interesse verso il matrimonio. Al contrario, Cressida, la maggiore, è troppo occupata a struggersi a causa dei suoi amanti, spesso uomini sposati, per concentrarsi sulla carriera di pianista. Nel frattempo Esme, la vedova di Julius, ancora attraente alla soglia dei sessant’anni, rifugge la solitudine perdendosi nella routine domestica della sua bellissima casa color rosa pesca. E poi c’è Felix, ex amante di Esme e suo unico vero amore, che l’ha lasciata quando il marito è scomparso e torna in scena dopo vent’anni di assenza. E infine Dan, un estraneo. Le tre donne e i due uomini, legati da un filo che solca presente e passato, si ritrovano a trascorrere un fine settimana tutti insieme in campagna: caratteri e personalità, segreti e lati nascosti, emergeranno attimo dopo attimo in queste giornate intense, disastrose e rivelatrici, sulle quali incombe, prepotente, l’ombra di Julius.
Dall’autrice della saga dei Cazalet, un nuovo romanzo ricco di sensualità e delicata ironia, in cui commedia e tragedia si fondono magistralmente e in cui ritroviamo l’eleganza, l’acume e il talento di Elizabeth Jane Howard.


... se invece preferisce i romanzi ricchi di mistero...


TRAMA (da amazon)


Per Maggie, una madre single che non ha mai avuto una relazione stabile, il matrimonio con Nico è un sogno. Anche perché finalmente farà parte di una vera, grande famiglia. Suo marito infatti vive nella casa di fronte a quella del fratello Massimo e a pochi passi dalla madre, considerata da tutti il loro nume tutelare. Eppure è proprio lei ad accogliere Maggie con estrema freddezza. Invece di vederla come la persona che ha aiutato Nico a superare la morte della prima moglie, la giudica un indegno rimpiazzo. Perché Caitlin era più sofisticata, più bella e certamente più adatta a Nico. Maggie se lo sente ripetere così tante volte che inizia quasi a crederci. Finché non trova un fascio di lettere nascoste in soffitta, lettere scritte a Caitlin da un uomo che non era suo marito. E allora cambierà ogni cosa…
L’immagine che tutti hanno di Massimo e Lara è quella di una coppia solida e felice. Brillante professionista lui, impeccabile donna di casa lei, entrambi amorevoli genitori del figlio Sandro. Eppure dietro l’apparenza si celano ombre che Lara non ha il coraggio di condividere con nessuno. Almeno fino a quando non arriva Maggie, la nuova cognata. Potrebbe essere lei la chiave per evadere dalla prigione del suo matrimonio. Ben presto, però, Lara si renderà conto che, in una famiglia tenuta insieme da ipocrisie e segreti, la verità è destinata ad avere conseguenze devastanti…

... oppure adora cimentarsi ai fornelli...

TRAMA (da amazon)


Perché una torta si cuoce al forno e un budino a bagnomaria? È meglio bollire le verdure o cuocerle a vapore? I cibi abbrustoliti fanno male? Si può friggere con l’olio di semi? La carta da forno è pericolosa? E il microonde?










... o con il verde...

TRAMA (da amazon)


«Il mio scopo è mostrare quanto sia facile coltivare con successo e ovunque una serie pressoché infinita di piante. Di insegnarvi a riconoscerle e soprattutto a farle vivere felici senza far loro soffrire la sete e senza annegarle. Non sono una botanica: sono una fiorista, e tutto quel che so l’ho imparato lavorando nel mio negozio. Di fatto sono pochi accorgimenti, ma fondamentali: il mio libro non è destinato a far bella mostra di sé sul tavolino del soggiorno, ma a essere consultato, portato con sé in autobus e in metropolitana, usato e innaffiato…»
Come non uccidere le tue piante insegna che possiamo crescere il nostro piccolo giardino personale con successo seguendo alcuni accorgimenti. Nik Southern ci indica con chiarezza come scegliere le nostre piante, dove metterle, come e quanto innaffiarle per ottenere un risultato sorprendente.

... o se, invece, è amante dell'arte e della cultura


TRAMA (da amazon)


In questo saggio che diventa un romanzo, Caroli dialoga con un'amica di lunga data accompagnandola per quindici weekend e mezzo alla scoperta di grandi artisti, monumenti universalmente noti e gioielli nascosti (scelti dopo una oculatissima scrematura) nei luoghi nevralgici dell'arte italiana. Passeggiando per le vie dei centri storici o raggiungendo musei fuoriporta, ci presenta in un racconto ricco di immagini protagonisti come Andrea Mantegna, che si può incontrare nella basilica di Sant'Andrea, a Mantova, non solo attraverso le sue opere ma anche sotto forma di un busto scolpito posto nella Cappella funeraria, e promette: "Si innamorerà dello sguardo lontano di chi vede la grandezza del passato, e subito dopo ne percepisce la caducità e la cenere, e non può che rifugiarsi nella melanconia, e dar vita, con quella, agli unici antidoti concessi agli umani, che sono l'arte e la bellezza". A Venezia, dopo una sosta allo storico Harry's Bar, ci propone l'incontro con Giovanni Bellini alle Gallerie dell'Accademia: "La linea belliniana incontra la linea introspettiva dell'arte occidentale, con una carta in più, risolutiva: la luce come elemento realistico, drammatico e drammatizzante". Ai grandi artisti e alle loro imprescindibili opere affianca aneddoti poco noti, come l'importanza della Cascina Pozzobonelli di Milano, senza la quale il Castello Sforzesco non sarebbe come lo vediamo oggi. Un graffito presente nel portico mostra infatti l'aspetto originario del castello, con la Torre del Filarete, crollata nel 1521: fu su questa immagine che l'architetto Luca Beltrami si basò per ricostruire la torre fra il 1892 e il 1905. Un percorso nella storia dell'arte che si fa via via racconto personale: "Ricordi quando io ero poco più che un ragazzo, e tu mi sgridavi perché - a tuo dire - perdevo tempo con gli artisti, invece di occuparmi di te?". Oggi le opere di alcuni di quegli artisti, gli avanguardisti degli anni Sessanta appartenenti alla corrente dell'Arte Povera, sono raccolte al Castello di Rivoli, cui dedicare un ultimo, mezzo weekend: "Incontrerai le grandi metafore insite nell'occupazione dello spazio: metafore legate al naufragio della civiltà classica in fannis Kounellis; metafore della socialità in Luciano Fabro; metafore dell'infinita ambiguità dei linguaggi che generano l'immagine figurativa in Giulio Paolini". La felice penna di Flavio Caroli ci indica la via per comprendere appieno il patrimonio artistico italiano, nella convinzione che i capolavori sono il riassunto dei pensieri più profondi di un'epoca storica, e costituiscono "l'apertura visionaria verso il tempo che verrà".


12 commenti:

  1. Grazie per questi preziosi suggerimenti e buona festa a tutti.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te e buona serata, Sinforosa :-)

      Elimina
  2. Ciao! Che belle idee! Alla mia mamma potrebbe piacere il primo romanzo :-)

    RispondiElimina
  3. la mia mamma non è una gran lettrice, purtroppo ^_^

    comunque il libro "come NON uccidere le tue piante" mi ha fatto sorridere pensando a quante volte mia madre mi dice di non lasciar morire le piante sul balcone e di dar loro un po' d'acqua ogni tanto..., e visto che io non ho il pollice verde neppure per scherzo, è sicuro che in mano a me muore qualsiasi specie vegetale :-D
    Ecco, questo sarebbe un libro che mia madre regalerebbe a me :-D

    RispondiElimina
  4. splendida idea regalare libri alla mamma...anche la mia leggeva molto...oggi i suoi libri sono qui con me nella mia casa...sono quasi tutti libri sulla fede, sulle preghiere, la vita dei santi...un genere poco letto da me...ma saperli suoi li rende unici...
    un buon lunedi cara ariel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco la loro importanza, buon lunedì anche a te!

      Elimina
  5. Davvero degli ottimi consigli! Soprattutto i primi due romanzi, che mi sembrano molto interessanti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembrano molto intessanti anche a me ;-)

      Elimina
  6. Come non uccidere le tue piante servirebbe sia a me che a lei perché in quanto a giardinaggio siamo praticamente due serial killer!

    RispondiElimina