sabato 5 maggio 2018

Le bugie hanno le gambe di Chiara

Cari lettori, chi mi segue già da un po' sa che non leggo molti ebook, data la mancanza di un e-reader. Però, ogni tanto, mi piace leggere qualche romanzo con il lettore kindle da pc e, recentemente, ho concluso questa breve storia d'amore, che si è rivelata una piacevole lettura.

L'ebook è stato scritto da Flora Gallert, della quale ho letto in passato altri romanzi, trovandoli adatti per chi abbia voglia di leggere una storia leggera, scorrevole e portatrice di buoni sentimenti, e vi dico subito che anche questo romanzo non fa eccezione.

Protagonista è Chiara, una fashion blogger viziata e superficiale, che passa la maggior parte del suo tempo sui social. La ragazza, però, dietro quest'aspetto nasconde il più grande dramma della sua vita: la perdita della madre.

Dopo l'ennesima lite con il padre imprenditore, che non approva il suo comportamento, la ragazza decide di fargli cambiare idea diventando promotrice di un nuovo progetto: costruire un nuovo centro commerciale nel minuscolo paesino francese dal quale proveniva sua madre e nel quale da piccola era solita passare le vacanze.

Tornando in quel paesino la ragazza conoscerà Antoine, un giovane che sta soffrendo per la fine di una lunga relazione e che ha ancora il cuore a pezzi. Antoine è totalmente diverso da Chiara: non ama i social e ha una grande predilezione per la vita all'aria aperta e la natura; per questo motivo è deciso a osteggiare a tutti i costi la costruzione  del nuovo centro commerciale, che oltretutto prenderà il posto della sua amata pineta, anche a costo di organizzare una vera e propria campagna di protesta.

Consapevole dei sentimenti del ragazzo, Chiara si fingerà un'altra persona, tratteggiando attorno a sè una personalità opposta alla sua, ma la verità prima o poi è destinata a venire a galla, così come i sentimenti che i due ragazzi cominceranno a provare l'uno per l'altro...

Cosa succederà quando Antoine scoprirà la verità? Riuscirà ad amarla ancora?

Come già accennato all'inizio del post, la lettura è stata molto piacevole: ho apprezzato molto l'evoluzione del personaggio di Chiara e il tenero amore che la lega ad Antoine. La trama è semplice, così come lo stile dell'autrice, ma le tematiche affrontate come il binomio essere/apparire; città/campagna; valori fittizi/valori reali, la rendono portatrice di spunti di riflessione.

Una lettura consigliata a chi abbia voglia di una lettura d'evasione non troppo lunga, ma non per questo superficiale.

2 commenti:

  1. carina la trama! putroppo ariel ultimamente fatico a leggere libri...boh sarà la primavera...appena stacco dal lavoro e dalle altre incombenze (ripetizioni pulizie casa di mio papà) mi butto sul giardinaggio.... e la sera crollo...ho ancora sul comodino l ultimo della caboni..boh vediamo come va...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, mi fa piacere che tu abbia trovato un lavoro! Capitano dei periodi in cui si ha meno tempo o voglia di leggere, conserva il libro per quando ne sentirai il bisogno ;-)

      Elimina