mercoledì 21 settembre 2016

L'autunno in poesia

Cari lettori, oggi è il 21 settembre, primo giorno d'autunno (anche se altri indicano il 23, ma io ho deciso di essere "tradizionalista"), una stagione che porta con sè la fine dell'estate ma che racchiude anche l'inizio di un nuovo periodo, una stagione che può piacere e non piacere, che può regalarci ancora giornate estive ma anche i primi freddi. Insomma, un periodo dalle mille sfaccettature. Personalmente non amo molto questa stagione perchè adoro l'estate e il caldo, ma in questi ultimi anni qui al Nord questo periodo ci ha riservato delle belle giornate, quindi voglio essere fiduciosa, anche se oggi, in verità, ha piovuto...

Per ricordare questa giornata ho deciso di riportarvi tre poesie a tema, evitando quelle più famose per proporre qualcosa di diverso: la prima è di Alessandro Manzoni, ed è stata tratta dal sito http://digilander.libero.it/PensieriInVolo/poesieautunno2/poesieautunno2.htm e s'intitola "Mattino d'autunno":

Il cielo era tutto sereno:
di mano in mano che il sole s’alzava
dietro il monte si vedeva la sua luce...
Un venticello d’autunno,
staccando dai rami
le foglie appassite del gelso,
le portava a cadere qualche passo
distante dall’albero.


La seconda è del poeta rondista Vincenzo Cardarelli, e in essa l'autore paragona l'avvicendarsi delle stagioni alla vita dell'uomo, cogliendo l'occasione per elogiare la giovinezza (tratta dal sito http://www.isoladellapoesia.com/poesie_famose/115-poesia-sull-autunno-di-cardarelli.php.)


Autunno. Già lo sentimmo venire
nel vento d'agosto,
nelle pioggie di settembre
torrenziali e piangenti
e un brivido percorse la terra
che ora, nuda e triste,
accoglie un sole smarrito.
Ora che passa e declina,
in quest'autunno che incede
con lentezza indicibile,
il miglior tempo della nostra vita
e lungamente ci dice addio.



La terza e ultima è invece una composizione del celebre poeta romano Trilussa (tratta dal sito http://spazioinwind.libero.it/maestrasabry/risorse/autunno.htm) e s'intitola "Foglie gialle":

 
Ma dove ve ne andate,
povere foglie gialle
come farfalle
spensierate?
Venite da lontano o da vicino
da un bosco o da un giardino?
E non sentite la malinconia
del vento stesso che vi porta via?

Se conoscete qualche altra poesia a tema e avete voglia di citarla fatelo pure nei commenti :-)

12 commenti:

  1. bellissima lòa selezione di poesie autunnali scelta...
    brava ariel

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    Splendida scelta di poesie! Mi è piaciuta, in particolare, quella di Cardarelli, perché mi ha fatto venire in mente l'opera di Mucha Le stagioni della vita, che opera lo stesso tipo di collegamento tra tempo metereologico ed età della vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, hai ragione, infatti questo parallelismo è molto diffuso!

      Elimina
  3. Non amo molto le poesie, ma ammetto che questa è davvero carina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gresi, quale ti è piaciuta di più? :-)

      Elimina
  4. Tutte molto belle! Una delle mie poesie preferite è "Gabbiani" di Cardarelli :) il mio periodo preferito è la tarda primavera/inizio estate, quando la temperatura è perfetta, la natura sembra esplodere e c'è qualcosa di frizzante nell'aria, ti sembra quasi di sentire l'odore dell'estate in arrivo, del mare ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace molto quel periodo, ma se l'autunno dovesse regalarci belle giornate allora sarei contenta lo stesso!

      Elimina
  5. Ciao Ariel!!
    Che bel benvenuto all'autunno!!! :)

    RispondiElimina
  6. Ciao Ariel!!!
    Sembra che ti abbia copiato la poesia con la mia rubrica ma giuro che il post era programmato dall'inizio dell'estate!!! ;):)
    Vabbè poco importa, la poesia è poesia e se ci sono più persone insieme che la fanno rivivere è quanto di meglio ci possa essere!! Spero tu sia d'accordo con me!
    Comunque hai avuto una bellissima idea a dare così il benvenuto all'autunno!! Mi è piaciuta un sacco quella di Trilussa, se l'avessi vista avrei inserito quella in rubrica:)
    Un abbraccio e buon sabato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nik, non ho minimamente pensato che tu mi abbia copiato, ma anche se lo avessi fatto non mi sarei di certo offesa, dato che in questo modo sia le mie sia le tue lettrici hanno avuto la possibilità di conoscere questa bellissima poesia! Se in futuro avrai voglia di citare quella di Trilussa per la tua rubrica non farti nessun problema! Buon weekend :-)

      Elimina