sabato 29 luglio 2017

Madame Claudel è in un mare di guai

Cari lettori, oggi vi recensirò la mia ultima lettura, "Madame Claudel è in un mare di guai" scritto da Aurélie Valognes ed edito da Newton Compton.

Nonostante il titolo sembra presagire tutt'altro, il vero protagonista della storia, ambientata a Parigi, è Ferdinand Brun, un ottantenne reso cinico, taccagno e scorbutico non solo dal suo carattere, ma anche dalle tristi vicende che hanno caratterizzato la sua vita, come la prematura scomparsa prima della mamma e poi della nonna.

Personaggio abitudinario e solitario, Monsieur Brun trascorre le sue giornate con la cagnolina Daisy, che un giorno scompare misteriosamente. Questo fatto sarà la goccia che farà traboccare il vaso, tanto che l'anziano tenterà addirittura il suicidio.

Quando la figlia, che da anni vive a Singapore, verrà a conoscenza del fatto, darà il compito alla portinaia, la tremenda Madame Suarez, di tenerlo periodicamente d'occhio e di compiere delle ispezioni a casa sua che, se negative, lo porteranno direttamente all'ospizio.

Per Monsieur Brun ciò sarà un altro problema, ma questa volta non sarà più solo: al piano di sopra, infatti, si è trasferita una nuova famiglia e la bambina, Juliette, vuole stringere a tutti i costi amicizia con lui e aiutarlo a far fronte alla temibile portinaia. In suo soccorso giungerà poi anche Madame Claudel, la donna che vive di fronte a lui, un'arzilla novantenne che, a sua differenza, ha sempre voluto (e vuole ancora) trascorrere una vita allegra e felice. Riusciranno le due a entrare nella vita dell'anziano e a scalfire il suo cuore di pietra? Davvero la vita di Monsieur Brun sembra essere destinata a virare verso l'infelicità oppure ci saranno dei colpi di scena? 

Questi sono solo alcuni degli interrogativi che può farsi il lettore leggendo questa storia semplice e delicata, nel complesso carina, ma, a mio parere, troppo simile a un altro romanzo, "L'eleganza del riccio". Inoltre avrei preferito che la storia avesse un titolo diverso e fosse un pochino più lunga, per dilatare le azioni e approfondire maggiormente sia la psicologia dei personaggi sia il finale, che ho trovato un po' frettoloso. Nonostante questo, però, la lettura è piacevole e mi sento di consigliarla.

8 commenti:

  1. Cia Ariel, sembra molto carina questa storia, magari semplice e leggera ma proprio per questo adatta aa questo periodo estivo. Grazie della segnalazione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è proprio adatta a questo periodo!

      Elimina
  2. Ciao Ariel! Ho questo ebook nel mio Kindle da tanto ormai, credo proprio che ne approfitterò per leggerlo in questo periodo. Io ho adorato L'eleganza del riccio, anche se il finale mi ha sconvolto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, ricordo che anche a me sconvolse l'epilogo!

      Elimina
  3. Ciao Ariel, ho preso questo ebook qualche settimana fa, ma ancora non mi sono decisa ad iniziarlo. Da come ne parli sembra una storia perfetta per questo periodo!

    RispondiElimina
  4. Lo leggerò sicuramente!! Già solo la copertina è davvero molto carina ☺☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, sembra come un acquerello, molto delicata!

      Elimina