mercoledì 1 marzo 2017

La voce nascosta delle pietre

Cari lettori, oggi vi recensirò l'ultimo romanzo di Chiara Parenti, "La voce nascosta delle pietre" edito da Garzanti.

E' la prima volta che leggo un romanzo di questa scrittrice e sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla storia, che ho trovato molto intensa, emozionante e curiosa, per quanto riguarda il tema delle pietre e delle loro proprietà, sulle quali conoscevo poco e niente.

Il romanzo è diviso in due parti: nella prima si alternano presente e passato e, a poco a poco, conosciamo meglio la protagonista, Luna, una ragazza molto sensibile che nasconde un grande dolore, legato a una delusione d'amore. Delusione che l'ha portata ad assumere un atteggiamento passivo nei confronti della vita e cinico di fronte a una delle sue più grandi passioni, lo studio delle varie pietre e delle loro proprietà, influssi e benefici, interesse trasmessole fin da piccola dal nonno, vero e proprio "deus ex machina" di tutto il romanzo. Luna ora non crede più alle pietre e sta per sposare Giulio, un ragazzo che per lei rappresenta un rifugio, un porto sicuro dai dolori della vita e, soprattutto, un distacco totale da Leonardo, un ragazzo che tredici anni prima le ha spezzato il cuore sparendo poi per sempre.

Un giorno però il ragazzo, incosapevolmente, si riaffaccerà nella vita di Luna, nello stesso momento in cui il suo amato nonno Pietro deciderà di portarla a fare un viaggio in Thailandia, tenendo così fede a una promessa di tanti anni prima. Luna non vorrebbe accettare, ma purtroppo la vita del nonno ha i giorni contati e la nostra protagonista capirà che è giunto il momento di lasciarsi andare ma, il giorno della partenza, scoprirà che il nonno ha in serbo per lei una sorpresa...

Nella seconda parte vengono descritte le tappe del viaggio e il ritorno a casa. Dopo il viaggio Luna non sarà più la stessa: oltre a scoprire alcune sfaccettature sconosciute della vita del nonno, la ragazza capirà che dovrà mettere ordine nella sua vita e nei suoi sentimenti, trovare il coraggio di perdonare e ricominciare a essere la persona che era prima. Ma raggiungere lo scopo non sarà facile e, prima di cercare di raggiungere la felicità, saranno molte le scelte e le vicende dolorose che si troverà ad affrontare.

Ho apprezzato molto la lettura di questa storia, non banale, densa di emozioni e dallo stile scorrevole e avvincente. Ho apprezzato le curiosità sulle varie pietre e la scelta di intitolare ogni capitolo con il nome di una pietra che avesse qualche affinità con il testo. Ben delineato il personaggio del nonno, dalla profonda sensibilità e dall'amore spiccato verso la nipote, nella quale rivede se stesso e che si adopererà fino all'ultimo per garantirle il lieto fine che lui non ha mai avuto la possibilità di assaporare pienamente. Una lettura piacevole, capace di far provare al lettore diverse emozioni, una storia sulla capacità di saper ricominciare e di dar retta ai sentimenti del nostro cuore.

12 commenti:

  1. Conosco già quest'autrice ma per l'altro suo genere più leggero, troppo curiosa di leggere questa storia, mi fa piacere che tu l'abbia apprezzata perchè mi da un incentivo in più per cominciarla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, invece per me è stato il suo primo romanzo, anche se mi piacerebbe leggere gli altri suoi romanzi, peccato che siano solo digitali, non amo molto questo tipo di lettura...

      Elimina
  2. Ciao! Questo romanzo dev'essere davvero coinvolgente! Mi piacerebbe leggerlo! Poi ti farò sapere che cosa ne penso :-)

    RispondiElimina
  3. questo mi intriga molto, spero di leggerlo presto!

    RispondiElimina
  4. Ciao Ariel!
    Avevo letto un paio di recensioni su questo libro ma non ero molto convinta di volerlo leggere. Ora invece mi sento di dover gli dare un'occasione! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine, a me è piaciuto, anche più di quello che mi aspettavo, te lo consiglio!

      Elimina
  5. Ariel, mi hai convinta tantissimo!!! Tempo fa avevo letto un omanzo che descriveva le proprietà dei fiori e il come leggerli e mi era piaciuto tantissimo, non tanto per la trama quanto proprio per le informazioni tecniche che dava sui fiori. Adesso è ora che passo alle pietre ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, aspetto di conoscere la tua opinione ;-)

      Elimina
  6. Wow,Ariel! A questo punto dovrei solo comprarlo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gresi, è una bella storia, te la consiglio :-)

      Elimina