mercoledì 22 marzo 2017

La mia vita non proprio perfetta

Cari lettori, oggi vi parlerò del nuovo romanzo di Sophie Kinsella, "La mia vita non proprio perfetta" edito da Mondadori.

Ancora una volta questa scrittrice si è rivelata all'altezza delle mie aspettative, regalando una storia attualissima, raccontata in modo ironico, leggero e divertente, ma densa di spunti di riflessione e di temi attualissimi che riguardano tutti noi.

Protagonista è Katie, una ragazza inglese di campagna che da sempre vorrebbe vivere e lavorare a Londra. La sua determinazione la porterà a ottenere un posto di lavoro nella metropoli, anche se la ragazza andrà incontro a molte difficoltà, soprattutto economiche ma, per mostrare alla sua famiglia e agli amici che se la spassa, decide di postare sui social foto finte che rappresentano non la sua vita reale, ma quella che vorrebbe avere: molte amicizie, vita mondana, serate esclusive...

Il suo intento di cercare di costruirsi una "vita perfetta" la porterà ad ammirare in modo sconfinato il suo capo, Demeter, una donna che all'apparenza rappresenta il successo su tutti i punti di vista e che Katie cercherà di ingraziarsi in ogni modo, inutilmente, dato che un giorno verrà brutalmente licenziata dall'azienda di marketing.

Alla nostra protagonista, allora, non rimane altro che tornare nel paesino dove vive suo padre e la compagna di lui, facendo loro credere di aver ottenuto un "periodo sabbatico" dal lavoro, per poter aiutarli ad avviare la loro nuova attività, un campeggio di lusso.

Tutto sembrerà tornare alla normalità, fino a quando un giorno... chi si presenta tra i villeggianti? Ma proprio Demeter, che non sembra nemmeno ricordarsi di Katie! Superato lo shock iniziale la ragazza cercherà la sua personale vendetta ma, tra strani esercizi yoga e spalature di letame per entrare in contatto con la natura, Katie capirà che la donna cinica e fredda che aveva conosciuto in ufficio non ha una vita così tanto "perfetta"...

A complicare la situazione ci penserà poi uno dei giovani padroni dell'azienda (per il quale Katie all'inizio del romanzo si era infatuata per poi scoprire essere uno dei giovani amanti di Demeter) che,pochi giorni dopo, li raggiungerà al campeggio! Come mai? Quale segreto nasconde?

Tra malintesi e colpi di scena sia i lettori sia i protagonisti del romanzo capiranno che nulla è come sembra: che i carnefici possono essere vittime e viceversa; che chi ostenta una vita perfetta può nascondere più dolori che gioie e che non bisogna mai smettere di lottare per la giustizia e per i propri sogni.

Una storia attualissima, divertente e appassionante, che affronta tematiche sociali di forte impatto, come il rapporto tra l'essere e l'apparire, il coinvolgimento dei social nel costruire l'immagine che vogliamo di noi e il mobbing aziendale. 

Vi lascio con un passo del libro che ho trovato veramente molto bello e che, a mio parere, può condensare il senso di tutto il libro:

Credo di aver finalmente capito come godersi la vita. Ogni volta che vedi qualcuno che ti sembra abbia solo il lato luminoso e scintillante dell'esistenza, ricorda: anche per loro c'è una realtà da schifo. Ovviamente. E ogni volta che ti trovi di fronte la realtà da schifo e ti senti giù da morire e pensi "Ecco, questa è la mia vita", ricorda: non è vero. Tutti hanno un lato luminoso e scintillante, anche se a volte è difficile trovarlo.

10 commenti:

  1. che carino, la kinsella la amo, è la regina del buon umore!!! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te, è una delle mie scrittrici preferite!

      Elimina
  2. Ciao!! Sai bene che io adoro i romanzi della Kinsella, quindi non vedo l'ora di leggere questo libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, lo so, penso ti piacerà però sarò curiosa di conoscere il tuo parere ;-)

      Elimina
  3. Ciao Ariel! :) Sono resuscitata ahahah. Questo libro sembra proprio carino e penso di aggiungerlo alla famosa lunga lista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess, bentornata! In effetti mi stavo chiedendo che fine avessi fatto! Se ami la Kinsella penso potrebbe piacerti :-)

      Elimina
  4. Anche la Kinsella sembra perfetta per sbloccare il lettore e personalmente preferisco i suoi romanzi che come questo non fanno parte della serie di I love shopping.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beth, a me piacciono entrambi, sia quelli della serie sia quelli autoconclusivi, anche se ricordo che il penultimo di "I love shopping" mi aveva un po' delusa, l'ultimo invece mi è piaciuto tantissimo!

      Elimina
  5. Ciao cara!
    Mi fa piacere che anche a te sia piaciuto così tanto!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina