giovedì 30 giugno 2016

Il giornalino di Gian Burrasca

Cari lettori, oggi vi voglio consigliare un classico per ragazzi, ma, a mio parere, adatto anche agli adulti, "Il giornalino di Gian Burrasca":
  
TRAMA (da amazon)

Ogni giorno Giannino Stoppani, detto Gian Burrasca, annota in un diario gli avvenimenti della sua vita e della vita della sua famiglia. Naturalmente, poiché è stato educato a non mentire mai, dice sempre la verità, anche quella che non dovrebbe o potrebbe dire, o che le sorelle e i loro fidanzati, poi mariti, non vorrebbero si sapesse. E, certo, combina un sacco di guai per merito dei quali viene chiuso nel collegio Pierpaoli dove non solo non si educa, bensì diviene l'anima di una ribellione contro la falsa e tirannica disciplina che vi è imposta da una ridicola ma prepotente coppia di proprietari-direttori. Il diario diviene così la protesta e la rivolta di un ragazzo contro il mondo conformista e soffocante dei ''grandi''. Non per nulla Vamba dedicò il Giornalino ''ai ragazzi d'Italia perché lo facciano leggere ai loro genitori''. Diffusa in ogni pagina del diario c'è una scintillante comicità tutta toscana.

mercoledì 29 giugno 2016

L'estate in poesia

Cari lettori, anche se il solstizio d'estate è passato da poco più di una settimana, oggi vorrei dedicare un post ad alcune poesie dedicate proprio a quella che è la mia stagione preferita. Ho scelto tutte poesie di autori italiani per evitare traduzioni che non rispecchiano le parole realmente scelte dall'autore.

La prima è di uno dei miei poeti preferiti, Giovanni Pascoli. La sua è una breve composizione, di soli quattro versi, ma trovo che sia veramente azzeccata la scelta di termini che, con il loro suono, sembrano rievocare le caratteristiche del paesaggio, lo stridere della cavalletta e il ronzio dei moscerini. Leggendola sembra di stare assieme, di fianco al poeta, nel posto che egli descrive in un modo così sintetico ma efficace:

  D'Estate

Le cavallette sole
sorridono in mezzo alla gramigna gialla.
I moscerini danzano al sole
trema uno stelo sotto una farfalla.


La prossima è stata scritta da Umberto Saba e descrive un pomeriggio d'estate, caratterizzato dal silenzio, che si diffonde per tutto l'ambiente; dalle finestre delle case, che sono chiuse per evitare la calura pomeridiana; dall'assenza dell'uomo; dagli  uccelli, che sono quasi addormentati per l'eccessiva temperatura: solo le cicale continuano imperterrite il loro canto... 


  Meriggio d'Estate

Silenzio!Hanno chiuso le verdi
persiane delle case.
Non vogliono essere invase.
Troppe le fiamme
della tua gloria,o sole!
Bisbigliano appena
gli uccelli,poi tacciono,vinti
dal sonno. Sembrano estinti
gli uomini,tanto è ora pace
e silenzio... Quand'ecco da tutti
gli alberi un suono s'accorda,
un sibilo lungo che assorda,
che solo è così:le cicale.
  

Ma in estate sono frequenti anche i temporali e Federico Tozzi ce lo racconta con una realistica descrizione: il cielo viene gradualmente oscurato; si cominciano a vedere i primi lampi a cui seguono i tuoni; i volatili cercano un rifugio e la pioggia comincia a scendere copiosa...


 Temporale Estivo

Le nuvole grigie e nere si urtano,
si pigiano spinte dal vento, nascondono
il sole, oscurano il cielo.
Ci son ancora, qua e là, lembi d'azzurro,
ma vanno facendosi sempre più piccoli,
sempre più radi.
Ecco un lampo: guizza, abbaglia,
sembra incendi il cielo.
Poi scoppia il tuono.
Un tonfo forte, un brontolio lungo.
I passeri si rifugiano
sotto i tegoli, le rondini volano basse,
senza stridi.
Cadono le prime gocce d'acqua, si fanno
fitte, sembrano grossi aghi lucenti.
Poi la pioggia scroscia impetuosa.


Da ultimo, vorrei concludere la mia breve rassegna con una divertente e allegra filastrocca di Gianni Rodari, dedicata al mese di giugno e alla fine della scuola. Colgo l'occasione per ringraziare il sito http://digilander.libero.it/PensieriInVolo/poesieestate2/poesieestate2.htm per aver messo a disposizione i testi che ho citato, oltre ad altre numerose e bellissime poesie. 


Il Mese di Giugno

Filastrocca del mese di giugno,
il contadino ha la falce in pugno:
mentre falcia l'erba e il grano
un temporale spia lontano.
Gli scolaretti sui banchi di scuola
hanno perso la parola:
apre il maestro le pagelle
e scrive i voti nelle caselle...
"Signor maestro,per cortesia,
non scriva quel quattro sulla mia:
Quel cinque,poi,non ce lo metta
sennò ci perdo la bicicletta:
se non mi boccia,glielo prometto,
le lascio fare qualche giretto".


I componimenti poetici sull'argomento sono veramente tanti, io ho deciso di proporvi quelli che più mi hanno colpito e che affrontano diverse sfaccettature di questa bella stagione: voi ne conoscete altri che vi va di ricordare? Ne avete in mente uno in particolare che vi ha colpito? Scrivetemelo pure nei commenti, grazie :-)

martedì 28 giugno 2016

Come Audrey Hepburn

Buon martedì, cari lettori: oggi vi voglio consigliare il primo romanzo che ho letto di Gemma Towley, una commedia romantica, ironica, velata da un pizzico di mistero, che allieterà i vostri caldi pomeriggi. Sullo sfondo la nostra capitale...

TRAMA (da amazon)
 
Georgie Beauchamp ha un grande sogno: trascorrere qualche giorno a Roma ed essere "rapita" da un tipo alla Gregory Peck. Il suo fidanzato, David, è tutto quello che una ragazza potrebbe desiderare: innamorato, intelligente, affidabile e persino bravo in cucina. Quando il suo fascinosissimo ex, Mike, le propone un fine settimana a Roma, non se lo fa ripetere due volte, ma mentre passeggia per la Città Eterna si imbatte in David, che le aveva detto di essere a Ginevra...

lunedì 27 giugno 2016

Il gatto che aggiustava i cuori

Buon lunedì, cari lettori: oggi vi parlerò del romanzo "Il gatto che aggiustava i cuori", scritto da Rachel Wells ed edito da Garzanti. 

Questo romanzo mi ha subito conquistato per la copertina: infatti adoro gli animali, e ho un debole soprattutto per i gatti. Poi, dopo aver letto la sinossi e aver appurato che il protagonista era proprio un felino, ho capito che poteva rivelarsi una piacevole lettura. E le mie aspettative non sono state tradite.

Alfie, il micio protagonista e narratore della storia, è un gatto "da poltrona" che, da un giorno all'altro, si ritrova a vagare per le strade di Londra, poichè la sua anziana padrona muore all'improvviso e i suoi parenti minacciano di portarlo al gattile. Così, il nostro sventurato protagonista si ritrova a passare da una realtà semplice e ovattata a un mondo dove vige la legge del più forte, dove è difficile soddisfare i bisogni primari e dove l'amore, le coccole e le carezze sembrano solo un vago ricordo. Per Alfie tutto ciò è difficile da sopportare perchè non ha mai avuto modo di sviluppare le capacità di vivere all'aperto ma, a poco a poco, imparerà a ritragliarsi un pezzettino di spazio in quel mondo ostile.

Un giorno giunge in Edgar Road e lì il gatto decide di cercarsi delle nuove famiglie: proprio così, non una sola famiglia, ma più persone, in modo tale da non ritrovarsi di nuovo randagio in caso di un decesso. Entrerà così nella vita di Claire, una donna che è da poco stata lasciata dal marito fedifrago e che tenta di ricostruirsi una nuova vita e una nuova relazione; di Jonathan, un quarantenne single, donnaiolo e che sotto il suo aspetto burbero nasconde un cuore tenero; della nuova famiglia polacca appena trasferitasi nella via, la cui moglie Franceska, soffre molto la nostalgia del suo paese; di Polly, una ex modella, sposata e con un figlio neonato che soffre di depressione post-partum.

Alfie ben presto si rende conto che tutte queste persone hanno dei problemi e patiscono per un qualche motivo: egli si rivede in loro e così, ben conoscendo la vera natura della sofferenza, decide di fare il possibile per cercare di aiutarli e di portar loro conforto. Il suo obiettivo gli riserverà molte soddisfazioni, ma lo porterà anche a rischiare in modo molto serio la sua stessa vita.

Ho trovato molto azzeccata l'idea di utilizzare un animale come protagonista e narratore di una storia: certo, ogni tanto qualche sprazzo di umanità è un po' troppo accentuato, ma mi è piaciuto poter osservare il mondo e la vita delle persone attraverso gli occhi di un felino. 

Le vicende delle quattro famiglie di Alfie sono interessanti e affrontano dei temi molto attuali, come quella della depressione post partum; della voglia di costruirsi una nuova vita dopo un brutto periodo; dell'integrazione sociale. Il finale è un po' scontato ma mi è piaciuto il filo conduttore di tutto il romanzo, ovvero quello del reciproco aiuto in caso di difficoltà, di vaga ispirazione leopardiana. 

Lo stile è semplice e scorrevole, con una nota di merito alla poeticità delle ultime righe dell'epilogo, nelle quali Alfie riflette su come sono proprio le vicissitudini della vita a renderci migliori e che per questo non dobbiamo mai rinnegare o dimenticare il nostro passato, nemmeno quando tutti i problemi sembrano essere stati risolti. 

Ottima lettura, densa di riflessioni e dedicata in primis agli amanti dei gatti, ma anche a chi ha voglia di comprendere la realtà attraverso una prospettiva inusuale!

venerdì 24 giugno 2016

Non tutti sanno che... (curiosità su Boccaccio)

Cari lettori, oggi, in questo caldissimo pomeriggio, vi diletterò con le curiosità su Giovanni Boccaccio (1313-1375), concludendo la serie dei post culturali dedicati agli aspetti più interessanti riguardanti le tre corone fiorentine. Non tutti sanno che...


  • Boccaccio è il primo grande scrittore di prosa della nostra letteratura;
  • L'identità di sua madre è ignota, egli fu allevato dal padre Boccaccino, un mercante che ostacolò (inutilmente) la passione del figlio per la letteratura;
  • A causa del lavoro del padre per alcuni anni si trasferì a Napoli, entrando così in contatto con la corte angioina e con i loro testi di letteratura francese, che gli forniranno lo spunto per le sue opere;
  • Per far fronte alla carenza di denaro, come Petrarca, Boccaccio prenderà gli ordini minori, per assicurarsi una rendita fissa, e nel corso della sua vita si dedicherà ad alcune missioni diplomatiche. Una di queste lo portò dalla figlia di Dante, suor Beatrice, alla quale offrì una somma di risarcimento per l'esilio del padre; 
  • Fu il primo autore a utilizzare la forma metrica dell'ottava in un testo letterario e si pensa che fu proprio lui a creare questa struttura;
  • Inoltre scrisse il primo romanzo psicologico della storia della letteratura italiana, "L'elegia di Madonna Fiammetta", un'opera epistolare nella quale una donna esterna tutto il dispiacere per la fine della sua relazione con il fidanzato Panfilo;
  • Ma la sua opera più famosa rimane il Decameron, che è dedicato proprio alle donne, per consolarle dai loro turbamenti amorosi;
  • Nell'opera gioca un ruolo importante anche la diffusione della peste, evento realmente accaduto nel 1348 e che uccise suo padre: nella sua opera il morbo rappresenta l'apice di un processo di decadimento morale, politico e spirituale. Nel testo inoltre emergono i primi segnali di una società nuova, basata sullo sviluppo della classe borghese, sulla corruzione del clero e su un amore più carnale e meno spirituale;
  • Nonostante il successo del "Decameron" i suoi contemporanei lo criticarono per vari motivi: per la dedica alle donne; per la sua età avanzata che non gli consentiva (a loro dire)di trattare questi temi; per la scelta di scrivere in prosa; per la presunta falsità dei suoi racconti; per guadagnarsi il pane con un lavoro poco redditizio. Il nostro autore si difese nell'introduzione alla quarta giornata del Decameron;
  • Tutto questo amore per il genere femminile non lo frenò però dallo scrivere il "Corbaccio", un'opera a stampo misogeno in cui il protagonista che compie un viaggio nell'oltretomba "stile Commedia" viene esortato a preferire gli studi piuttosto che a dedicarsi alle donne: colpa di una delusione amorosa o della voglia di sperimentare la propria vena letteraria dedicandosi a più generi?
  • Ampia fu anche la sua produzione letteraria in lingua latina: curiosa l'opera che affronta i temi della geografia classica e quella dedicata alle isole Canarie;
  • Fu amico di Petrarca e con esso condivise l'amore per i classici e il loro studio minuzioso;
  • Coltivò anche un'enorme predilezione per Dante, che non ebbe modo di conoscere, ma che lo portò a diffondere la "Commedia" tramite letture pubbliche a Firenze e la composizione di scritti atti a spiegare alcuni canti dell'Inferno.
 
Bene, spero che questi articoli un po' più "impegnati" siano stati di vostro gradimento! Buon fine settimana :-)
 
P.s. Immagine tratta da Wikipedia, che rappresenta un'opera di Andrea del Castagno.

giovedì 23 giugno 2016

Il gioco di ripper

Cari lettori, oggi ho deciso di consigliarvi un romanzo a sfondo giallo, una storia scritta da un'autrice molto famosa e che mi ha piacevolmente sorpreso:


TRAMA (da amazon)

Le donne della famiglia Jackson, Indiana e Amanda, madre e figlia, sono molto legate pur essendo diverse come il giorno e la notte. Indiana, che esercita come medico olistico, è una donna libera e fiera della propria vita bohémienne. Sposata e poi separatasi molto giovane dal padre di Amanda, è riluttante a lasciarsi coinvolgere sentimentalmente, che sia con Alan, ricco erede di una delle famiglie dell'élite di San Francisco, o con Ryan, enigmatico e affascinante ex navy seal dell'esercito americano, ferito durante una delle sue ultime missioni. Mentre la madre vede soprattutto il buono nelle persone, Amanda, come suo padre, capo ispettore della sezione omicidi della polizia di San Francisco, è affascinata dal lato oscuro della natura umana. Brillante e introversa, appassionata lettrice, dotata di un eccezionale talento per le indagini criminali, si diletta a giocare a Ripper, un gioco online ispirato a Jack the Ripper, Jack lo squartatore, in cui bisogna risolvere casi misteriosi. Quando la città è attraversata da una serie di strani omicidi, Amanda si butta a capofitto nelle indagini, scoprendo, prima che lo faccia la polizia, che i delitti potrebbero essere connessi fra loro. Ma il caso diventa fin troppo personale quando sparisce Indiana. La scomparsa della madre è collegata al serial killer? Ora, con la madre in pericolo, la giovane detective si ritrova ad affrontare il giallo più complesso che le sia mai capitato, prima che sia troppo tardi.

mercoledì 22 giugno 2016

Ilenia Leonardini e i suoi romanzi

Cari lettori, il post di oggi è dedicato alla presentazione di un'autrice emergente, Ilenia Leonardini, e dei suoi romanzi. Questa è la sua presentazione, attraverso la quale potrete conoscerla meglio: 


Sono nata nel 1977 nell’assolata città marittima di La Spezia, in quella striscia di terra chiamata Liguria.

Sono figlia unica e vivo con mia madre nella piccola provincia di Luni Mare, in quanto ho perso mio padre il 18 dicembre 2015 a causa di un terribile “mostro invisibile”.

Il mondo perfetto e sognante del cinema mi ha sempre attratto, anche se sono un’appassionata di musica. Di entrambi i “mondi” apprezzo quello straniero.

Lo sport che ho praticato più volentieri è la difesa personale. Devo ammettere che mi ha ispirata molto.

Rimango fedele al mio primo amore: il nuoto.

Quando entro in mare è come se ritrovassi il mio ambiente, forse in un'altra vita ero un delfino, chi lo sa!

La scrittura l'ho incontrata verso i 14 anni.

I miei primi manoscritti ricordano più sceneggiature e sono carichi di dialoghi, poi mi sono detta: “… e se creassi uno stile tutto mio?”

Così ho fatto!

La scrittura creativa è stata, ed è ancora, una passione terapeutica. Mi ha aiutata a superare i momenti di sconforto, specialmente dopo perdita del lavoro.

Io lo dirò sempre: “Scrivere fa bene al cuore e all’anima!”.

Mi piace spaziare tra i “generi letterari”.

Passo dal fantasy, all’horror per poi catapultarmi nello sci-fi.

Ultimamente mi sono dedicata al thriller/noir e forse ho mescolato lo stile dark all’azione che, in genere, è presente nei “gialli”.

Creare mondi, situazioni inusuali e personaggi è qualcosa che si è fatto strada nel mio animo.

I generi letterari dai quali mi faccio trasportare, quando leggo, sono il fantasy (sovrannaturale e mondi fantastici), l’horror e il genere storico.

Sono amante dei miti greci, egizi e adoro le storie dei Nativi Americani.

Il periodo storico del quale vorrei, prima o poi, scrivere un romanzo, è la seconda guerra mondiale, per sottolinearne la sua drammaticità, in quanto credo sia stato il più oscuro nella storia del genere umano.

Chissà, forse un giorno …

I miei autori preferiti sono: Tolkien, Lewis, Michael Ende e la Alcott (Piccole donne è il mio libro preferito e mi riconosco in Josephine March ma solo per il fatto che anche lei adora scrivere).

Apprezzo anche la letteratura gotica dalla quale prendo spunto.

L’ispirazione mi coglie in qualsiasi momento, specie alla sera.

Mi piace molto mettere “in lavorazione” più tipologie di storie, questo perché seguo lo stato d’animo del momento.

Vi faccio un esempio:

“Quando fa freddo e fuori c’è il diluvio mi sento ispirata nello scrivere storie di creature sovrannaturali; mentre se mi trovo in riva al mare volo con la fantasia e posso scrivere tante mini storie che parlano di sirene e altre creature mitologiche marine.”

Molte mie amiche mi chiedono come io riesca a spaziare in questo modo e soprattutto a ricordarmi di ogni personaggio (e ne inserisco molti nelle mie creazioni).

Io rispondo che forse il mio cervello ha delle  “cartelle” simili a quelle di un computer.

Questa cosa mi fa sorridere.

Ma non ci posso fare niente, io sono fatta così.

Scrivere è un modo per liberarmi della quotidianità e rintanarmi in mondi perfetti, anche se non sempre ne hanno l’aspetto.

Nelle amicizie devo ammettere di essere molto timida, ma con le persone con cui condivido doti artistiche sono molto espansiva e con essi parlo di come adoro scrivere e di come ogni cosa mi ispiri.

Ci sono persone che vedono la mia timidezza, alle volte, troppo intensa. Nella vita ho dovuto lottare per raggiungere i miei obbiettivi e ho trovato ostacoli e amicizie che poi si sono dissipate, credo per la lontananza, io quando mi affeziono alle persone sono una vera amica, una persona che sa ascoltare e tenta di dare consigli.

Nel periodo dell’adolescenza non ero certo il tipo che adorava mettersi in mostra, infatti mi rifugiavo, quando potevo, al cinema e dopo uscita da esso mi sentivo talmente carica di ispirazione che dovevo scrivere.

Anche ciò che mi circonda mi ispira, come i miei stati d’animo.

Non saprei che altro dire su di me, solo che mi reputo una persona sensibile che cerca sempre il lato positivo delle situazioni, credo nella vera amicizia e che se si crede in un sogno bisogna inseguirlo.

È strano parlare di “me”, non saprei che altro aggiungere. Chi mi conosce lo sa che sono semplice, senza fronzoli inutili, ma una persona che se può aiuta sempre e che si dà da fare quando lavora.

Ho pubblicato il 20/12/2013 il mio primo romanzo di questa trilogia chiamato: Hurricanes & Sun con Irda Edizioni, nel giugno del 2014 ho pubblicato la continuazione: Dark side … of the sun.

L’11 dicembre 2014 sono uscita con una raccolta di “Storielle e Favole”

Nell’aprile 2015 è uscito il terzo “capitolo” di questa mia prima trilogia Noir/Thriller.

Il 27 novembre 2015 ho pubblicato con Società Editrice Montecovello: I mondi fantastici dell’anima

E l’11 dicembre 2015, con Irda Edizioni: Tra mito e realtà, Dei reincarnati.

A maggio 2016 uscirà il mio primo libro in self: Amanti … dell’universo.

Ho fatto due presentazioni: Una il 4 ottobre 2014 presso la sala consiliare del Comune di Ortonovo, la seconda il 17 dicembre 2014 presso il centro Dialma Ruggero a La Spezia, dove ho avuto un articolo nella Nazione, sulle notizie culturali, firmato da Marco Magi.

Inoltre ad Ottobre 2016 farò un’altra presentazione presso la sala consiliare del Comune di Ortonovo, organizzata dall’assessore alla Cultura Carola Baruzzo.

L’autrice.

Ilenia Leonardini

Queste sono, invece, le sue opere:

- Trilogia Hurricanes:  

La storia travagliata di Hagen ed Andreas Häuser, che in tenera età vengono travolti da un uragano di eventi che li porterà a cercare in ogni dove la verità, ovvero il perché in questi anni hanno incontrato tristezza e dolore.
Quando una svolta dietro ad un vicolo non li porterà a conoscere qualcuno che li aiuterà in questa ricerca, la ricerca della verità sul mistero che avvolge le loro peripezie.
 

Li trovate su www.lulu.com in versione e-book e cartaceo.

In versione cartacea disponibile su Mondadori Store Online, Rizzoli, Amazon e Google libri.

Nella ricerca scrivete: Ilenia Leonardini.

Oppure sul sito www.irdaedizioni.it

Per le librerie all’interno del sito trovate tutte le informazioni e i contatti.


- Storielle e favole: 
 
Fantasy, Fantascienza, Epica, Dark, sono solo alcuni degli argomenti trattati dalla bravissima scrittrice Ilenia Leonardini, nella sua nuova opera. Il volume non è solo un florilegio in cui mondi e situazioni si incontrano e si scontrano, ma è un’accurata ricerca etica di ciò che ognuno di noi dovrebbe fare per migliorare. Ogni racconto, oltre alla visione edenica e un po’ onirica, porta con sé comunque una morale e questa non è solo una pausa di riflessione per un pubblico giovane ma è un messaggio per ogni uomo; perché i sogni non appartengono solo agli adolescenti ma a tutti, e tutti possiamo, nel nostro piccolo, cambiare le cose, basta solo volerlo …


Li trovate sul sito www.lulu.com in versione e-book e cartaceo

In versione cartacea disponibile su Mondadori Store Online, Rizzoli, Amazon e Google libri.

Nella ricerca scrivete: Ilenia Leonardini.

Oppure sul sito www.irdaedizioni.it

Per le librerie all’interno del sito trovate tutte le informazioni e i contatti.


- Tra mito e realtà, Dei reincarnati: 

I miti greci sono sempre carichi di poesia e trasportano chiunque li legga in un mondo così bello che tutti vorremmo visitare, ma solo la fantasia di ogni singolo uomo è la chiave per accedervi.
Con Tra mito e realtà, Dei reincarnati possiamo rivivere questi miti, in chiave moderna.
La storia di ragazzi così diversi tra loro ma amanti delle arti e dell’archeologia.
Due coppie di fratello e sorella, le cui famiglie sono comunque legate, Una scoperta inusuale li vedrà protagonisti di un viaggio alla ricerca di reperti archeologici nascosti in varie parti d’Europa.
I nemici che affronteranno sono potenti e, questi ultimi, cercheranno di corrompere il cuore umano e spingerlo a compiere atti che portino alla distruzione. Un antico e perduto libro, completamente dorato, potrebbe risolvere il problema. Riusciranno i nuovi Olimpi a scongiurare la rovina del genere umano?


Li trovate sul sito www.lulu.com in versione e-book e cartaceo).
Nella ricerca scrivete: Ilenia Leonardini.
Oppure sul sito www.irdaedizioni.it
Per le librerie all’interno del sito trovate tutte le informazioni e i contatti.
Disponibile su Amazon, Mondadori store online e Rizzoli.


- I mondi fantastici dell'anima:
 
Un insieme di storie realizzate in base ad ogni stato d'animo che mi ha avvolto, si passa dal fantasy, allo storico, dal presente al passato, un giro per tempi e luoghi magici che possono portare, chi legge, a scoprire il folletto o la fata che è in sè.
Un libro per tornare a dedicare la propria mente nei sogni che, da bambini, si hanno sempre e che, se si vive con l'idea di realizzarli, essi alla fine diventano realtà.
Un libro che è carico di speranza e di ricorsi che nel cuorerimangono indelebili.  
Versione cartacea: http://www.montecovello.com/shop/i-mondi-fantastici-dellanima/ 

http://www.amazon.it/mondi-fantastici-dellanima-Ilenia-Leonardini/dp/8867337688/ref=sr_1_5?ie=UTF8&qid=1449310521&sr=8-5&keywords=ilenia+leonardini


http://www.lafeltrinelli.it/smartphone/libri/leonardini-ilenia/i-mondi-fantastici-anima/9788867337682


Versione digitale: sito di Amazon, La Feltrinelli, Bookrepublic, Ibs, Hoepli. 

- Amanti dell'universo, suo ultimissimo romanzo, al momento solo in formato digitale, la versione cartacea sarà disponibile a breve: 

In un mondo dove Alieni e mezzi Alieni si sono perfettamente integrati con noi Umani, una guerra fra razze sta per scoppiare. Chi vincerà? La natura fredda di alcuni Extraterrestri o l'umanità che potrebbe essersi insediata nei loro cuori? Scopriamolo attraverso la vita della famiglia Sheridan, dei Linx e di tanti altri appassionanti personaggi.

Un modo per sognare e capire come siamo un puntino nell’immenso universo, che a quanto pare sembra colmo di forme di vita.

https://www.amazon.it/Amanti-dellUniverso-ILENIA-LEONARDINI-ebook/dp/B01G8ZVYK0/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1466601595&sr=8-1&keywords=ilenia+leonardini 




Colgo l'occasione per augurare il mio personalissimo in bocca al lupo a Ilenia, con l'augurio che i suoi romanzi possano offrirle molte soddisfazioni!:-)

martedì 21 giugno 2016

Prima di lasciarmi passa almeno lo straccio

Cari lettori, oggi vi voglio consigliare un altro romanzo molto ironico e divertente, scritto da un uomo, e adatto per questo periodo estivo. Una storia con un protagonista maschile, strutturata sottoforma di una lunga confessione...


TRAMA (da amazon)

Marco è seduto al tavolo di un ristorante e aspetta Lalla, che non si chiama Lalla (ma c'è una storia) e che sta per diventare la sua prossima ragazza. Invece di attenderla con un mazzo di fiori, come si conviene a un gentiluomo, le ha portato un libro. Non un libro normale, ma un libro scritto da lui, un libro-confessione, nel quale ha elencato ogni suo più piccolo e insopportabile (e inestirpabile) difetto, ogni cattiva abitudine e miserabile pensiero o desiderio. Il piano è semplice: consegnarlo a Lalla e pretendere che lo legga prima di cominciare la loro storia. Se fuggirà inorridita, niente di grave: avanti un'altra. Se invece rimarrà, allora non ci potranno essere sorprese e, Marco ne è convinto, sarà finalmente amore eterno.

lunedì 20 giugno 2016

Giugno: Il ballo di Irene Nemirovsky

Cari lettori, per questo mese ho deciso di leggere e recensire un classico della letteratura francese, un romanzo breve di un'autrice della quale ho sentito spesso parlare ma di cui non avevo mai letto nulla, "Il ballo" di Irene Nemirovsky.

La trama è molto semplice, lo stesso discorso invece non vale per i molteplici temi affrontati e per le diverse sfaccettature dei personaggi. Tutto si svolge attorno a questo "ballo", che viene organizzato dalla famiglia Kampf, composta da marito, moglie e figlia preadolescente.

Siamo nel 1928, durante i celebri "anni ruggenti", precedenti alla crisi del '29, e i Kampf rappresentano la classica famiglia arricchita attraverso astute e non del tutto lecite manovre finanziarie. Per la signora questo rappresenta il coronamento di un sogno e, proprio per simboleggiare il loro ingresso nell'alta società e poter stringere rapporti (di favore, di certo non di amicizia) con le altre famiglie ricche, decide di organizzare questa serata danzante, invitando il maggior numero di persone, compresa la signorina Isabella, parente della famiglia, chiamata con il solo scopo di poter assistere (e rodersi) dei loro successi, magari riferendo poi il tutto agli altri loro parenti.

Ma l'evento prenderà una piega inaspettata quando la signora Kampf proibirà alla figlia quattordicenne Antoinette di partecipare al ballo, decidendo inoltre di privarla della sua camera e di relegarla in uno sgabuzzino. La ragazzina, allora, in un moto di rabbia (non solo verso i genitori ma anche per aver scoperto la tresca amorosa della sua dama di compagnia) scaglierà tutti gli inviti, che doveva recapitare lei stessa, nella Senna, tranne quello della signorina Isabelle, che perciò diventerà la sola a essere stata informata del ballo...

Ora però non aggiungerò altro: se volete sapere quello che (non) accadrà, quali saranno le conseguenze e se la ragazzina verrà smascherata, leggete questa breve storia, che è stata capace di affrontare, in poche pagine, una miriade di argomenti, come l'avanzata dei nuovi ricchi e il loro gusto un po' kitsch; l'ipocrisia dei rapporti e delle convenzioni sociali; il desiderio di rivalsa e la voglia di provocare invidia da parte di persone in perenne competizione sociale; il complesso rapporto madre/figlia. 

L'ipocrisia tra i vari personaggi viene esplicitata anche attraverso l'uso di dialoghi acuti, pungenti e velati da una sottile ironia, attraverso i quali il lettore capisce che il pensiero dei personaggi corrisponde all'esatto contrario di quello che dicono, basti notare le parole di cortesia che la signora Kampft rivolge a Isabelle per intrattenerla e quelle di conforto che quest'ultima rivolge alla signora per consolarla della distastrosa serata. Per non parlare del dialogo finale tra madre e figlia, nel quale la madre si lascia consolare da Antoniette e la stessa figlia, autrice del misfatto, consola la madre.

Nota di merito anche per la complessa psicologia dei personaggi, soprattutto per quanto riguarda la signora Kampft e Antoniette. Ognuna di essa è sia vittima sia carnefice: la signora prima vieta alla figlia la partecipazione al ballo e poi si ritrova con una serata rovinata; al contrario Antoninette all'inizio si vede già reclusa in uno sgabuzzino mentre tutti si divertono e poi assiste alla "tragedia" della madre, senza lasciar trapelare alcun senso di colpa. In pratica, alla fine, i due personaggi che fin dall'inizio appaiono in contrasto sembrano essere più simili che mai! 

A questo punto, quindi, non mi resta che lodare l'autrice per la capacità di aver confezionato una storia breve ma così ricca di spunti, che si rifanno a un'epoca ormai passata ma non per questo poco attuali.

sabato 18 giugno 2016

Yankee Candle Book Tag

Buon sabato a tutti, oggi ho voglia di cimentarmi in un tag che ho avuto modo di conoscere grazie ad Angela del blog "Chicchi di pensieri" (qui potete leggere le sue interessanti risposte http://chicchidipensieri.blogspot.it/2016/06/yankee-candle-book-tag-original.html) e che s'intitola Yankee Candle Book Tag:

Bundle Up - Un libro che ti scalda il cuore e ti fa sentire al sicuro

Il primo romanzo che mi è venuto in mente fa parte di delle mie ultime letture, ed è "Un cucciolo per Natale" di Linda Steliou, una storia dalla quale trapela ogni tipologia d'amore: quello per il marito, per le figlie, per i genitori, per la famiglia, per gli amici, per gli animali...

Sun flower - Un libro che all'inizio sembra triste ma ti stupirà con un lieto fine.

"Begli amici" di Madeleine Wicham, un romanzo che inizia con una gravissima tragedia e che culminerà con la volontà da parte delle vittime di speculare su quanto successo a scapito di alcuni amici che non hanno colpe. Per fortuna però alla fine ci sarà il lieto fine!

Fireside treats - Un libro che parla di un viaggio, sia fisico che mentale.

"Qualcuno con cui correre" di David Grossman, nel quale il protagonista, nel suo viaggio per cercare il proprietario di un cane, vivendo varie avventure, acquisterà maggior sicurezza in se stesso.

Home sweet home - Un libro che ti fa sentire come a casa tua.

"Lessico familiare" di Natalia Ginzburg, per lo stile semplice e la descrizione della vita quotidiana della scrittrice e della sua famiglia: durante la lettura sembra di essere lì con loro.

Baby powder - Un libro che ti ricorda la tua infanzia.

"Le fatiche di Valentina" di Angelo Petrosino, il primo volume della mia serie preferita targata "Battello a vapore".

Midsummer's night - Misterioso, sensuale e irresistibile. Il ragazzo dei tuoi sogni.

Premesso che per me il migliore di tutti è Mr Darcy, in questo caso però voglio essere più originale perciò mi sento di indicare Sean, il protagonista maschile della Nottig Hill's Trilogy di Ali McNamara.

Pink sands - Un libro ambientato in un luogo esotico. 

Non leggo molti libri ambientati in luoghi esotici, però ricordo con piacere "Come inciampare nel principe azzurro" di Anna Premoli e la sua ambientazione in Corea del Sud.

Turquoise sky - Un emozionante libro d'avventura.

"Il giro del mondo in ottanta giorni" di Jules Verne, una piacevole sorpresa!

Fresh cut roses - Un retelling, una rivisitazione di un mito o di un classico.

"Olimpos, diario di una dea adolescente" di Teresa Buongiorno: la storia della mitologia greca vista attraverso gli occhi di Ebe, dea della giovinezza e coppiera degli dei.

Midnight Jasmine - Un libro da leggere sotto le stelle.

Dato l'argomento, mi sembra molto adatto "Guida astrologica per cuori infranti" di Silvia Zucca ;-)

Wedding day - Un matrimonio letterario.

In questo caso mi sento di indicare e consigliarvi l'ultimo libro di Melissa Hill, "Un matrimonio complicato".

Madagascan orchid - Un libro con un mistero.

Sono molti i libri con al centro un mistero, chissà perchè ora mi è venuto in mente "Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte" di Mark Haddon. 

Per questa volta non taggo nessuno, ma vi invito a lasciarmi il vostro link nei commenti, nel caso anche voi vi siate cimentate a fare questo delizioso tag :-)