mercoledì 15 giugno 2016

Un cucciolo per Natale

Cari lettori, lo so, il titolo di questo romanzo non si addice molto a questo periodo (anche se, dato il meteo, forse così fuori luogo tanto non lo è), ma credetemi, è lo stesso un romanzo che vale la pena di essere letto, in qualunque periodo dell'anno ;-) E pensare che lo avevo prenotato in biblioteca durante le feste di Natale, per dedicarmi a una lettura a sfondo natalizio, solo che le richieste degli altri utenti erano talmente numerose che sono riuscita ad averlo solo la settimana scorsa!

Comunque, non fatevi trarre in inganno dal titolo: anche se il Natale in qualche modo c'entra, così come anche il cucciolo, questo romanzo, scritto da Linda Steliou ed edito da Newton Compton è un'autobiografia, che ha vinto un concorso indetto da una rivista inglese i cui diritti in Italia sono poi stati acquisiti dalla Newton.

La storia della vita di Linda è narrata in ordine cronologico: dall'infanzia all'adolescenza, passando per la giovinezza e l'età adulta. Filo conduttore della sua esistenza è proprio il desiderio di poter possedere un cane tutto suo, desiderio che si rivelerà più difficile del previsto, nonostante la donna avrà modo di potersi dedicare a diversi cagnolini, anche se mai di sua proprietà. Ma, nonostante questo, la vita di Linda si caratterizza anche da gioie, le quali poi si uniranno ai dolori, come succede alla maggior parte delle vite della persone: figlia unica, sarà molto attaccata al padre e agli adorati zii Ann e Ted, mentre vivrà un rapporto teso con la madre, che sembrerà non voler mai lasciar trapelare il suo amore per lei, a causa di alcuni dispiaceri avuti in passato.

Nonostante la sua infanzia un po' solitaria, Linda durante gli anni dell'adolescenza conoscerà delle amiche e proprio uscendo con loro incontrerà il giovane che poi diventerà suo marito, Stephen, e dal quale costruirà la sua famiglia. Ma, se da una parte potrà contare sull'amore dei familiari e degli amici, dall'altra dovrà combattere contro dei violenti attacchi di panico, che limiteranno di molto la sua esistenza. Ma non è detto che in un futuro non possa godere di una maggior serenità, così come le è stato profetizzato da una medium...

Un romanzo intenso e delicato, con una scrittrice/narratrice dolce e sensibile che racconta la storia della sua vita con stile semplice, lineare e un po' fiabesco. Una vicenda che ci insegna a sperare sempre, ma anche a confidare nella propria forza di volontà e nell'affetto dei familiari, validi aiuti sia nel sopportare le avversità della vita, sia nel godere appieno le sorprese che questa ci può riservare.

Consigliato a tutti, soprattutto agli amanti degli animali, che potranno così immedesimarsi ancora di più nella psicologia della protagonista!

8 commenti:

  1. ariel senti nostalga del freddo edel natale???
    bellissima la copertina. tanto coccolosa:))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, Daniela, anzi, è proprio il contrario!!
      Anche a me piace molto la copertina :-)

      Elimina
  2. Wow, questo libro mi ispira moltissimo!
    Non ti preoccupare per il contesto... io a volte ascolto le canzoni di Natale anche in estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto bello, Silvia, te lo consiglio proprio!

      Elimina
  3. la cover è tenerissima! leggo poco libri con al centro gli animali, devo recuperare anche in questo ambito :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace molto la copertina, è proprio tenera :-)

      Elimina
  4. Ma che carino questo cucciolo!!!!
    Mi sa che lo leggo solo per la copertina! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Jasmine: è una copertina bellissima, soprattutto per il dolcissimo soggetto ;-)

      Elimina