domenica 25 giugno 2017

Harry Potter e la camera dei segreti

Cari lettori, in questa domenica pomeriggio vi parlerò di un romanzo che, probabilmente, conoscete e avete letto un po' tutti, ovvero il secondo libro della serie di Harry Potter, scritto da J. K. Rowling ed edito da Salani.

Chi mi segue sul blog sa che piano piano sto recuperando i libri di una delle saghe più famose nel mondo, che negli anni ho tralasciato perchè non sono molto appassionata del genere fantasy.

In questo secondo episodio Harry si troverà sin da subito in mezzo a mille difficoltà: la sua partenza per Hogwarts gli verrà negata, prima da un misterioso elfo e poi dai suoi stessi zii, che lo rinchiuderanno nella sua stanza, complice il fatto che, per colpa dello stesso elfo, Harry non può permettersi di fare magie, pena l'espulsione dalla scuola.

Il ragazzino verrà poi salvato da Ron e dai suoi fratelli e, riuscirà, dopo altri incresciosi imprevisti, a raggiungere la scuola e a frequentare il secondo anno.

Durante il suo percorso di studi, però, la tranquillità verrà ancora una volta spazzata da un misterioso mostro, che pare che qualcuno abbia liberato da un'altrettanto misteriosa "camera dei segreti". Questo mostro che, secondo una leggenda, può essere comandato solo da un erede della casata dei Serpeverde, comincerà progressivamente ad attaccare gli alunni "mezzosangue", cioè coloro che non discendono al cento per cento da una famiglia di maghi. 

Questi eventi getteranno nel panico l'intera scuola, che non saprà come reagire e combatterlo: anche l'autorità dello stesso preside, Albus Silente, diventerà oggetto di discussione. Harry e i suoi amici, perciò, decideranno di fare qualcosa per cercare di risolvere la situazione, con ogni mezzo che possiedono, lecito e non, anche perchè pure Hermione è una mezzosangue...

Anche in questo secondo episodio l'autrice si rivela molto abile nel tratteggiare le caratteristiche del suo mondo fantastico, che viene delineato e spiegato come se fosse un ambiente del tutto normale, organizzato e regolato secondo delle strutture, dei diritti e dei doveri. Lo stile è veramente impeccabile e la storia si lascia leggere con piacere e con quella curiosità data dal mistero di conoscere la verità sui fatti. Questo genere è e rimarrà uno di quelli che meno preferisco, ma il romanzo è di alta qualità e mi è piaciuto leggerlo.

10 commenti:

  1. Chissà se io e harry ci conosceremo mai...?
    Non lo escludo, magari prima o poi mi verrà la tentazione :-D
    Buona domenica pomeriggio!!

    RispondiElimina
  2. Io ho letto la saga di Harry Potter solo qualche anno fa a vent'anni suonati e l'ho adorata! Il film tratto da questo volume era il mio preferito da piccola :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viola, anche se è soprattutto un romanzo per ragazzi, penso che da adulti si riesca a cogliere qualche sfumatura in più!

      Elimina
  3. Che belli gli Harry Potter, quanti ricordi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una saga molto amata, quindi immagino che a molti abbia ricordato qualcosa ;-)

      Elimina
  4. Ciao! Ricordo di aver letto il secondo capitolo della saga a 11 anni e di essermi pure un po' spaventata per il mistero della Camera dei Segreti...momenti ormai lontani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, so che tu li hai letti tempo fa: a quell'età la lettura fa provare emozioni ben diverse!

      Elimina
  5. Ciao, Ariel! Sono felice di constatare che anche tu ti stai appassionando alla saga ☺ questo pomeriggio è nato anche in me il desiderio di rileggere Harry, e assieme ad altre letture ho deciso affiancheró L'ordine della fenice ☺

    RispondiElimina
  6. Leggila tutta la saga, non te ne pentirai! Anch'io non sono una grandissima amante dei fantasy ma Harry Potter è un mondo a sé e una storia che cresce umanamente più ancora che da una prospettiva fantastica. Io sto pian piano portando avanti la terza rilettura della serie e, come dico sempre, se mai avrò dei figli non cresceranno mai senza Harry e i suoi amici :)

    RispondiElimina