sabato 11 novembre 2017

Diario semitragico di un casalingo disperato: I parte

Cari lettori, con oggi riprendo la serie di post incentrati sui miei romanzi. Questa volta vi parlerò del romanzo "Diario semitragico di un casalingo disperato": in questo post vi parlerò della sua nascita, mentre i prossimi si soffermeranno sulla trama, i personaggi principali e l'ambientazione.

Non saprei dirvi il momento preciso in cui mi è venuta in mente questa storia: ricordo solo che volevo scrivere un romanzo umoristico, che rallegrasse ma facesse anche riflettere. Un romanzo che, in tono scanzonato, potesse affrontare alcuni temi del mondo moderno. Così, alla fine, ho deciso per la prima volta di tratteggiare un protagonista maschile e di metterlo alla prova con i lavori domestici. Penso che il continuo mutamento di ruoli tra uomo e donna sia una delle situazioni più frequenti che, complici i tempi di oggi, accadono nelle famiglie, e, il più delle volte, per l'uomo tutto ciò viene vissuto con disonore. Nel mio romanzo ho voluto creare un personaggio che la pensa proprio in questo modo, ma che affronta il tutto non solo con rassegnazione, ma anche con quel giusto pizzico di ironia che gli permetterà di modificare un poco il suo destino. E poi ne ho approfitatto per parlare, un poco, delle gioie e dei dolori del selfpublishing, dato che il protagonista, per un certo periodo, si darà alla scrittura!

Ho iniziato a scrivere le prime pagine di questa storia, che ho impostato sotto forma di diario, nel settembre del 2015 e, dato che mi divertivo molto a scriverla, l'ho conclusa nel dicembre dello stesso anno.

L'ho poi pubblicata su amazon tra la fine di maggio e i primi di giugno del 2016. Ho aspettato così tanto tempo perchè prima l'ho mandata a una casa editrice di ebook, attendendo sei mesi per sapere il risultato. Dato che non ho mai ricevuto risposta l'ho poi auto pubblicata su amazon, rendendomi conto che, alla fine, è stata la soluzione migliore, dato che ho notato che molte case editrici di ebook (tra cui quella a cui avevo spedito il romanzo) mettono le storie a un prezzo troppo elevato per degli autori esordienti, rischiando così di far precipitare il romanzo nei bassifondi della classifica anche se più curato di un romanzo self.

Per promuovere il romanzo, ho fatto un po' di promozione sui social (ma non troppo, perchè non amo lo spam selvaggio) e ho previsto periodi di gratuità. Le vendite sono andate bene, anche se ho venduto maggiormente con i primi due romanzi. Comunque non mi lamento, dato che ancora oggi, a distanza di anni,ogni tanto entra nel top 100 humor. Inoltre, quasi tutte le recensioni ricevute, sono positive.

Settimana prossima vi parlerò in modo più approfondito della trama, non mancate!

10 commenti:

  1. Ricordo di aver letto l'anteprima su Amazon, e che lo trovai davvero carino ☺☺

    RispondiElimina
  2. Come sai ho letto il romanzo...lo consiglio a tutti perché è davvero divertente!

    RispondiElimina
  3. Bello, non vedo l'ora di leggere gli altri post per saperne di più ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, ti aspetto la prossima settimana, allora ;-)

      Elimina
  4. Ma complimenti per la pubblicazione e per l’argomento davvero insolito e sicuramente invitante.
    Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi fa piacere che ti abbia incuriosita :-)

      Elimina
  5. Ciao Ariel, ma che bello! Sono curiosa di saperne di più sulla trama...così farò "scappare" un segnalazione sul mio blog! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Piera, mi farebbe molto piacere :-)

      Elimina