lunedì 29 agosto 2016

Indagine sulle letture da spiaggia

Cari lettori, oggi vi proporrò un post un po' diverso dal solito, ma spero ugualmente interessante. Sono tornata da poco da una vacanza al mare (riviera romagnola) e, durante le giornate in spiaggia, mi sono divertita (nei limiti del possibile) e indagare i gusti dei lettori, ed ecco qui i risultati:

- Per prima cosa ho notato che i lettori sono una vera e propria minoranza: certo, magari non tutti quelli che amano leggere lo fanno in spiaggia, ma sinceramente mi aspettavo di vedere qualche romanzo in più;

- Le lettrici sono soprattutto donne, soprattutto della fascia d'età 40/60 anni, anche se ovviamente non sono mancate le eccezioni;

- Il momento in cui si vedevano più lettori era il pomeriggio, la mattina erano quasi una rarità;

- Per quanto riguarda i generi ho notato che quello che è andato per la maggiore è stato il rosa: ho visto un sacco di Harmony e di libri scritti da Nicholas Sparks e Danielle Steel. Ho notato anche alcuni erotici, di quelli che si vendono nelle edicole, e qualche copia del più moderno "Calendar girl". La cosa che mi ha sorpreso è che non ho notato nessun romanzo edito da Newton Compton, che credevo spopolasse, dati gli innumerevoli titoli e i prezzi competitivi e mi aspettavo anche qualche romanzo della Garzanti, che in questi ultimi mesi a mio parere sta proponendo romanzi molto belli. Nessun avvistamento di "Sfumature": o le hanno già lette o sono andate giù di moda! Anche se non recente, ho notato un "Marina di bellezza" della Avallone

- L'altro genere che ho avvistato, anche se meno frequente del rosa, è stato il giallo: in questo caso però ho intravisto sia romanzi classici (come quelli di Arthur Conan Doyle) sia uscite più recenti, come "Segreto di famiglia" di Mikaela Bley.

- Oltre ai romanzi, molti vacanzieri (soprattutto ragazzi) leggevano fumetti, come Paperino e Tex. Le riviste  circolavano tra le signore, soprattutto quelle con racconti d'amore (come "Love Story" e "Intimita"). Spazio anche alle parole crociate, che ho notato spopolare sia tra le donne sia tra gli uomini, oltre che ad alcuni testi universitari;

- Quasi tutti leggevano dal cartaceo, ho visto solo una ragazza con in mano il kindle. Non so però se coloro che guardavano lo smartphone stessero leggendo o giocando...

- E infine, non si possono tralasciare i classici, anche se in questo caso sono state delle vere e proprie mosche bianche: ho comunque risonosciuto un "giovane Holden" e, udite udite, una signora un pomeriggio stava leggendo "I promessi sposi"! Ebbene sì, anche loro possono essere classificati come "letture da ombrellone"!

E voi, avete notato qualcosa di curioso o divertente da segnalare? Se vi va scrivetelo nei commenti ;-)

12 commenti:

  1. io non sono andata in vacanza, quindi ahimè non ho potuto far caso a quanto leggevano le persone attorno a me; di solito, come te mi diverto a sbirciare tutto ciò che ha che fare con la lettura, ma vabbè... quest'estate è andata così.

    Eh purtroppo, la lettura langue, ma giallo o rosa che sia, finchè si prende un libro in mano e si lascia un po' in borsa lo smartphone, manco niente è...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo Angela, l'importante è leggere!

      Elimina
  2. Ciao Ariel! Io invece sai che non amo tanto leggere in spiaggia?! Strano ma vero giuro! Devo dire che non amo stare sotto il sole mi piace solo nuotare, poi sotto l'ombrellone mi annoio ma di solito ascolto musica non si direbbe sia una lettrice xD pero' anche io non riesco a non sbirciare i libri dei vicini di sdraio, ho visto che in molte leggevano "io prima di te" c'erano tantissime copie in giro in moltissime lingue diverse xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece non ne ho vista nemmeno una di copia di "Io prima di te", ma immagino la diffusione, dato che tra poco uscirà il film! Io vado a momenti, la prima settimana leggevo romanzi, poi sono passata alle riviste, ma di solito mi piace leggere in spiaggia, al contrario dei mezzi pubblici ;-)

      Elimina
  3. Io non andrò in spiaggia, però alcune degli elementi che hai evidenziato li ritrovo anche tra le persone che frequentano le terme! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Probabilmente perchè in entrambi in caso si è alla ricerca di spensieratezza :-)

      Elimina
  4. Io ho visto tanta gente leggere, anche se molti non erano italiani, e il genere che ho notato di più è stato il giallo/thriller. Un bel contrasto tra le giornate soleggiate e l'oscurità dei crimini. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, un contrasto particolare! In effetti il giallo è uno dei generi più amati sia tra gli uomini sia tra le donne...

      Elimina
  5. Ciao Ariel!
    Interessante questo post... E soprattutto comico!
    Eh si, mentre lo leggevo non potevo non immaginarti in spiaggia con i binocoli a spiare i tuoi vicini!! Hahahah!! Ma come hai fatto a notare tutti questi particolari?! Io al mare ho visto al massimo tre lettori e neppure un titolo!! :) :)
    Altro che indagine... Qui sembrava proprio spionaggio! Hahahah
    Mitica Ariel!! :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine, in realtà mi dedicavo allo spionaggio quando camminavo sulla passerella per andare a riva... niente binocolo ;-)

      Elimina
  6. Ciao Ariel! Questo post è interessantissimo, complimenti per l'idea! Sicuramente sarà stata divertente osservare i lettori, ma soprattutto scovarli! Anch'io ho sempre notato una prevalenza per il cartaceo e la fascia d'età più o meno simile alla tua =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che ti sia piaciuto! Sarebbe stato bello conoscere anche le opinioni di quelle persone in merito alle letture!

      Elimina